Utente
Salve a tutti,
sono un adulto di 33 anni e da anni (da circa 21 anni) soffro di prostatite cronica. Oltre ad altre presunte malattie (artrite reattiva, presunto IDB con intervento per ileite aspecifica- resezione valvola ileo-cecale) da circa un anno dopo anni di apparente calma mi si è ripresentata in maniera molto forte una prostatite. Attualmente sto tentando l'ennemissima associazione antibiotica e antifiammatoria per cercare di lenire i mie dolori pubici cronici e il bruciore urinario.
La cosa per cui invece ho tantissima ansia e paura è l'esito dell'ECOTOMOGRAFICA PROSTATICA TRANS-RETTALE che ultimamente ho fatto:

Prostata di volume aumentato: dimensione d.a.p.cm 2,9-dt.cm5 dl cm 4.Morfologia globosa, in sede craniale anteriore è presente area irregolare ipoecogena ad ecostruttura disomogenea riferibile ad iperplasia adenomatosa del diametro di mm29x25. Nell'area perisfinterica e in corrispondenza della parte prossimale dell'uretra prostatica si evidenzia intensa ipoecogenicità da flogosi.....

Dopo vari consulti attualmente vengo seguito da un ottimo urologo che mi da molta fiducia. La cosa che mi fa pero' terrore è pensare ad una prostata compromessa già ad un'età cosi giovane.. E' normale una situazione del genere alla mia età? La mia fertilità sarà compressa o già lo è (uno spermiogramma risale a circa un anno fa ed era tutto in regola) ? L'adenoma è pericoloso ?

Grazie e distinti saluti.

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non si fasci la testa prima di essersela rotta!Continui con fiducia a seguire le indicazioni del Suo urologo cui esprimerà ogni dubbio.La prostata é un organo "giovanile" in quanto produce il 30-40 % del liquido seminale e,come Lei stesso racconta,può andare incontro a fenomeni flogistici fin dall'età post-adolescenziale anche a seguito di una non corretta e "diversificata" attività sessuale e contraccettiva.Per quanto attiene alla fertilità,quansiesi uomo,dopo i 20 anni,"dovrebbe" eseguire uno spermiogramma annualmente,particolarmente chi ha sofferto o soffre di croniche infiammazioni.Non si spaventi e viva la realtà delle cose che esclude correlazioni con eventuali patologie della III e quarta età.
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
CASSINO (FR)
NAPOLI (NA)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
conocrdo con il collega la presenza di un piccolo adenoma può essere già presente alla sua età, le prostatiti sono collegate ovviamnete con i suoi problemi intestinali per tanto è imporratente che lei tenga sempre regolare l'alvo
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#3]  
Dr. Mauro Seveso

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
BASIGLIO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Caro utente, non posso che sottoscrivere quanto già detto dai colleghi.
Mi permetto di suggerire invece l'esecuzione di uno spermiogramma non ora che e' in una fase di riacutizzazione della malattia e sotto trattamento antibiotico.. Aspetti almeno 3 mesi
Cordiali saluti

mauro seveso
Dott. Mauro Seveso
Responsabile Unità Operativa di Urologia
Istituto Clinico Città Studi , Milano

[#4]  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
16% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
anch'io sono in linea con i colleghi
in particolare come il collega Seveso le consiglio di eseguire lo spermiogramma a distanza di tempo
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

[#5]  
Dr. Daniele Masala

28% attività
16% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Soffre di prostatite cronica dall'età di 12 anni???Un po' inverosimile come condizione!
Ripetute riaccensioni di prostatite in un quadro di cronicità possono determinare squilibri morfologici e volumetrici della ghiandola.Generalmente ad ogni prostatite guarita fa seguito una cicatrizzazione che è visibile con l'ecografia transrettale come calcificazione intraprostatica.
Mi sembra che lei sia ben seguito in ogni caso, quindi dovrà cercare dia vere pazienza perchè le prostatiti sono noiose e a volte lunghe da guarirsi,ma se ben curate in genere esitano positivamente. Altro discorso è la concomitanza di altre problematiche che lei ha o ha avuto (la problematica intestinale ha certamente grande importanza).
Continui a farsi seguire dal collega che la ha in cura.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#6] dopo  
Utente
Salve a tutti,
vi ringrazio per la tempestivistà delle Vostre risposte.
La mia vita dall'età di 21 anni è stata ed è fortemente compromessa a causa del mio stato salute. Tanti ospedali, tanti medici ma pochi risultati e soluzioni. Oggi, all'età di 32 anni, mi rendo conto ormai della complessità del mio quadro clinico (artrite, prostatite, uretrite, ileite) e del tentativo di approcci terapeutici fatti da tanti vostri colleghi risultati quasi sempre invani.
Da circa un mese penso di aver almeno urologicamente e grazie a questo sito trovato un urologo che oltre ad essere medico è anche una persona che sa ascoltare.
Voglio ringraziere tutti e il vostro collega che mi segue e vi aggiornero cmq del mio stato di salute.

Grazie.

[#7]  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
16% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
ci mantenga pure informati
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com