Utente
Buon giorno e buon inizio anno a tutti.
Mi chiamo Francesco, sono un ragazzo di diciotto anni.
Sono ancora vergine e non ho mai avuto alcun problema fisico, il mio pene sembra funzionare correttamente, il glande si scopre con estrema facilità e ho anche spesso provato a "stressare" il pene tirandolo giù, fino ai bordi, giusto perché ho sempre avuto il timore che il frenulo si potesse spezzare. Così non è stato e non provo alcun fastidio né alcuna forma di dolore quando sforzo, nella masturbazione, sia il prepuzio che il glande stesso.

La mia domanda è questa... ho notato che attorno al glande si forma come un piccolo anello abbastanza spesso di carne. Non mi dà alcuna seccatura, ma vorrei sapere se questo potrebbe essere un problema nel rapporto sessuale.

Ho letto che naturalmente il pene dovrebbe scoprirsi autonomamente una volta eretto.
Il mio invece devo aiutarlo manualmente... perché?

Ripeto, non è un qualcosa che mi provoca alcun problema, ma solo una semplice curiosità.
Mi è anche stato detto che nella fase della crescita è normale che la pelle sia così doppia, e che a lungo andare si assottiglierà pian piano. E' una cosa vera?

Perdonate l'ignoranza.

Spero di non dover andare da nessun medico, perché non ne vedo il motivo, tranne se questo problema è effettivamente un problema e non una semplice conformazione genetica.

Buona giornata e buone feste.
Grazie a tutti.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
come puó pensare che noi a distanza attraverso la sua descrizione piuttosto confusa si sia in grado di valutare la situazione nella sua realtà? Ovviamente se lei ha dei dubbi dovrebbe sottoporsi alla visita diretta di un nostro Collega specialista in urologia, cosa che comunque sarebbe più che opportuna alla sua età anche in assenza di qualsiasi disturbo, poichè ogni maschio adulto dovrebbe andare dall'urologomalmeno una volta ogni 10 anni. Le sue coetanee femmine certamente nel frattempo sono già certamente andate dal ginecologo più volte.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Grazie per aver risposto.
Mi scuso per la confusione, anzitutto.
A dire il vero io avevo soltanto alcune domande, ma se sembra necessaria, anche in questo caso, la visita di un vostro collega, allora prenderò appuntamento.
Arrivederci.