Utente 297XXX
Buonasera a tutti,è da più di un anno che mio padre (60enne) ha problemi con la prostata..un urologo gli disse che ha la prostata molto infiammata ma non essendo molto adulto ha optato per una cura con topster e somaprost.All’inizio diede un po di sollievo ma ad oggi è solo peggiorato,così l’urologo ha optato per un potente cortisone..Il test del PSA è buono e per lo poi segue un’alimentazione molto controllata e salutare..
Soffrendo di stenosi anale può essere causa dell’infiammazione alla prostata?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Disturbi dell'ultimo tratto dell'intestino possono facilmente ripercuotersi sulla prostata, in particolare se vi sono già delle atre situazioni favorenti (es. ingrossamento dell'età matura). Il cortisone non è molto utilizzato nelle infiammazioni prostatiche poiché - come quasi tutti i farmaci - entra poco e male nella ghiandola, ottenendo un risultato anti-infiammatorio inferiore a quello di altre parti dell'organismo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing