Utente 327XXX
Salve,
mio figlio di 22 anni ha avuto una cistite per la quale è stato curato con 4 dosi di MONURIL e 17 compresse di CIPROXIN.
Ora i sintomi si sono alleggeriti ma, su consiglio del medico curante, ha effettuato una ecografia delle vie urinarie, da cui è emersa una formazione nodulare.
Potrebbe trattarsi dei postumi della cistite, oppure di una prostatite? Potrebbe trattarsi di qualcosa di grave, tipo un TUMORE DELLA PROSTATA?
Non vorrei far preoccupare il ragazzo, trattandosi di una parte molto delicata, ma allo stesso tempo non vorrei sottovalutare la cosa.
Grazie infinite.

Di seguito il referto:

Reperto nella norma per fegato, colecisti, vie biliari, vena porta, reni, milza e pancreas. Vescica a pareti regolari, a contenuto anecogeno. Prostata nei limiti volumetrici, regolare per morfologia e contorni, a struttura disomogenea per la presenza, a carico del lobo sn in sede paramediana, di una formazione nodulare prevalentemente iperecogena di 17.3x8.1x15.3 mm circa che improta e disloca il primo tratto dell'uretra prostatica. Necessaria verifica urologica. Vescicole seminali regolari e simmetriche.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
12% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Buona sera.
Partendo dal presupposto che è impossibile commentare un esame fatto da altri e di cui non si dispongono le immagini, possiamo dire che:
1) - il tumore della prostata (inteso come adenocarcinoma) a 22 anni è realmente qualcosa di inverosimile.
2) - l'ecografia è un esame molto poco preciso nel valutare la struttura interna della prostata.
Conviene comunque far valutare la situazione da uno specialista urologo della Sua zona.
Cari saluti
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la cortese e veloce risposta. Se non è di troppo disturbo, la invito a visionare l'immagine allegata al referto.
Ad ogni modo, seguirò il suo consiglio e mi rivolgerò senz'altro ad un urologo, prima possibile.
Grazie

https://snag.gy/HGFdBS.jpg

[#3] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
12% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Ho visto. E' un'immagine che potrebbe dipendere dagli esiti dell'infiammazione. Non vedo motivi per preoccuparsi. Rimane utile consultare uno specialista, in modo da correlare questi riscontri con i reperti della visita prostatica.
Buona giornata
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#4] dopo  
Utente 327XXX

Grazie dottore.
Domani stesso contatterò un urologo nella mia zona.
Buona serata.

[#5] dopo  
Utente 327XXX

Gentile dottore, nei giorni scorsi il ragazzo ha effettuato la visita urologica e gli è stato prescritto CONGEPROST e CEFIXIMA, entrambi per 10 giorni.
Il fatto è che a tratti sente di stare meglio, altre volte sente ancora uno stimolo forte di urinare, che poi si risolve in poche gocce.
Gli è stato anche detto che nel caso il nodulo non si riduca, sarà necessario fare una risonanza magnetica e, nel caso, procedere ad asportarlo.
Ho letto delle conseguenze di questo tipo di intervento, che possono portare a impotenza e eiaculazione nella vescica.
E' possibile che una cistite si sia propagata alla prostata?
E' possibile, secondo lei, che il nodulo si riduca spontaneamente con l'antibiotico?
Grazie

[#6] dopo  
Utente 327XXX

ad ogni modo lo stimolo non è proprio FORTE come nei primi tempi.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Giglio

28% attività
12% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
CHIAVARI (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
"E' possibile che una cistite si sia propagata alla prostata?"
si questo è molto comune nel paziente di sesso maschile

"E' possibile, secondo lei, che il nodulo si riduca spontaneamente con l'antibiotico?"
si , anche se potrebbe essere necessario un periodo un pò più lungo rispetto alla durata della terapia.
La risonanza magnetica è un ottimo esame per dirimere eventuali dubbi sulla struttura interna della prostata. Resta valido quanto detto in precedenza sull'incidenza di problemi neoplastici alla prostata in questa fascia di età.

ancora saluti
Dr. Matteo Giglio
https://www.urologo-genova.it
https://plus.google.com/+DrMatteoGiglioUrologoGenova

[#8] dopo  
Utente 327XXX

Gentile dottore, grazie per le risposte, che mi tranquillizzano molto.
Sul fatto di asportare eventualmente il nodulo, qualora non si riducesse con le cure, le pare una soluzione praticabile?
Saluti e scusi ancora.