Utente 554XXX
La spermiocoltura di mio marito da ormai un anno risulta sempre positiva all'escherichia coli. Lui non ha alcun sintomo. Aveva fatto così per caso una spermiocoltura e la ripete sempre da quando ha trovato questo batterio. Ha fatto molte cure con antibiotici e fermenti ma niente è sempre positiva (urinocoltura invece negativa) . Leggevo su internet che l'escherichia coli nello sperma causa sterilità è davvero così? Noi vorremmo provare ad avere un bambino (questo sarebbe il secondo tentativo), ma ci sentiamo molto scoraggiati da quello che abbiamo letto. Quindi voglio chiedervi se è
davvero impossibile rimanere incinta con questo batterio. Io ho fatto urinocoltura e tampone ma sono negativa. Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
ARENZANO (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Buongiorno, indubbiamente una infezione presente nello sperma crea delle modifiche delle caratteristiche "qualitative" dello sperma ma nel suo racconto non fa menzione all'aver eseguito uno spermiogramma, esame fondamentale per capire se effettivamente si è in una condizione di infertilità per cui se non eseguito vi consiglierei di farlo prima di scoraggiarvi.
Saluti
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it

[#2] dopo  
Utente 554XXX

Lo spermiogramma effettivamente non glie l'hanno mai fatto eseguire .Quindi potrebbe anche essere che il batterio non abbia influenzato la qualità degli spermatozoi ? E se li avesse influenzati dopo averlo eliminato potranno tornare nella norma?

[#3]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
ARENZANO (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
La certezza non si può avere se non dopo un esame di controllo.
In genere nell’arco di tre mesi gli spermatozoi maturano per cui una volta sistemata l’infezione gli spermatozoi torneranno normali (sempre che in questo momento non lo siano già).
In bocca al lupo
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it

[#4] dopo  
Utente 554XXX

Grazie mille per la risposta . Posso fare un'ultima domanda ? . Il primo antibiogramma che ha fatto mostrava parecchi antibiotici sensibili poi man mano che ripeteva l'esame gli antibiotici sensibili diminuivano e sono diventati resistenti anche antibiotici che non ha utilizzato. Come mai l'antibiogramma cambia sempre se il batterio é lo stesso. ? La mia paura è che arriva a un momento in cui non rimangono più antibiotici sensibili per curare il problema. Questo è possibile? . Una carica di 1 10^6 è cosi difficile da debellare?

[#5]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
ARENZANO (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Buongiorno, non è un discorso facile da spiegare in poche righe ma la carica riferita è quella che normalmente rende positivi gli esami (anche se dipende dallo standard utilizzato dal laboratorio), il calo continuo di antibiotici sensibili è legato alla progressiva resistenza creata da cicli successivi di antibiotici (spesso troppo brevi per essere efficaci). L'antibiogramma è normale che cambi: il nome del batterio è lo stesso ma in quella popolazione i batteri hanno caratteristiche simili ma sensibilità e resistenze diverse ai farmaci (tutti siamo Italiani ma ciascuno ha poi le sue caratteristiche fisiche, funziona allo stessa maniera). Totiresistenza o meglio resistenza totale ai farmaci è molto rara e quindi altrettanto raro che succeda ma possibile se non si debella una volta per tutte il batterio.
Saluti
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it

[#6] dopo  
Utente 554XXX

Questa é già la quarta cura e ogni volta risulta la presenza di questo batterio . Ma Possibile che non dia nessun sintomo ? Perché lui non ha mai avuto fastidi. Gli antibiotici gli sono stati prescritti sempre dal medico di base tramite la lettura dell'antibiogramma ma questa volta credo proprio che ci rivolgeremo a un andrologo anche per fare uno spermiogramma visto il nostro desiderio di avere presto un bambino . Ma Se il batterio non passa dopo molte cure antibiotiche poi cosa si fa ? Bisogna tenerselo ?. Gli antibiotici gli fanno molto male allo stomaco quindi non potrà continuare per sempre .

[#7]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
ARENZANO (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Per quanto riguarda l'intenzione di avere figli indubbiamente l'andrologo può darvi indicazioni, ma se continua ad esserci l'infezione lo specialista più adatto è l'infettivologo ed a lui rivolgerei ogni dubbio sull'infezione.
Per la questione sintomi e segni dell'infezione forse ci sono ma solo l'andrologo/urologo a volte li riesce a scovare.
Saluti
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it

[#8] dopo  
Utente 554XXX

Con nostra grande sorpresa ora la spermiocoltura é risultata negativa. E questo dopo la cura con rocefin punture per 13 giorni. Ha ripetuto l'esame dopo due mesi dalla terapia antibiotica. Ora la mia domanda è : ma la qualità del suo sperma potrebbe essere ancora influenzata dall' escherichia che aveva e dell'antibiotico assunto ? . Dovrebbe fare lo spermiogramma anche se il batterio non c'é più? . Grazie anticipatamente

[#9]  
Dr. Fabio Venzano

24% attività
20% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
ARENZANO (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Buongiorno, la qualità dello sperma non risulta ottimale fino a tre mesi dall’infezione ma questo non significa che non si possano avere delle gravidanze. Se volete conoscere la qualità dello sperma l’unica maniera è eseguire lo spermiogramma.
Saluti
Dr. Fabio Venzano
Https://www.venzano.it