Utente cancellato
Buongiorno a tutti!
Sono una ragazza di 20 anni.
Io accuso un bruciore durante la minzione da circa un mese. Non mi sono ancora rivolta al medico perché il bruciore era molto lieve e si presentava solo durante la minzione e non tutti i giorni. Inoltre non è associato ad un continuo stimolo di urinare e a nessun dolore addominale. Non so se può essere correlato ma mi viene spesso lo stimolo circa un'ora dopo che mi sono coricata. Questo bruciore però è aumentato negli ultimi giorni ed oggi è presente continuatamente, non solo durante la minzione, ma comunque sempre lieve. È iniziato poco più di un mese fa qualche giorno prima del ciclo, durante il ciclo si è accentuato e poi è tornato lieve. Dopo una vacanza al mare è scomparso per qualche giorno per poi ricomparire circa una settimana prima dell'ultimo ciclo e da lì persiste (l'ultimo ciclo è finito 3 giorni fa). Non capisco a cosa può essere dovuto, non ho ancora mai avuto rapporti sessuali e attuo un'igiene intima quotidiana. Potrebbe essere dovuto ad un'eccessiva igiene intima (in media 2 volte al giorno)? Inoltre da circa 3 mesi ho cambiato sapone intimo prendendone uno antobatterico con pH 5. Vorrei chiedervi se è necessario fare un esame delle urine o un tampone per un eventuale infezione? Poi vorrei sapere se secondo voi potrebbe essere una causa la pillola anticoncezionale (che prendo da 3 anni per regolarizzare il ciclo e i dolori associati)? Oppure potrebbe esserci una correlazione con le emorroidi (le ho da circa 6 o 7 anni)?
Cordiali saluti e ringrazio in anticipo!

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se si trattasse di un problema legato alla pillola (peraltro possibile) avrebbe dovuto manifestarsi già da tempo. Un esame delle urine è veramente banale da eseguire e può fornier già importanti elementi di giudizio. L'eccesso di igiene locale non è mai una buna cosa, le sensibilizzazione a detergenti medicati o comunque aggressivi sono moto frequenti. C'è però da dire che questo causerebbe una irritazione esterna, tale da scatenare il bruciore solo dopo la minzione, con passaggio sulla mucosa vaginale dell'urina acida.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
560334

dal 2019
La ringrazio dottore farò un esame delle urine.
Oggi il bruciore è quasi sparito ma osservando allo specchio ho notato un rigonfiamento esattamente tra il meato uretrale e l'apertura vaginale che in realtà è lì da molto tempo ma ho sempre pensato che fosse parte dell'imene.
Ho chiesto un consulto anche a ginecologia per avere un doppio parere.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
La valutazione può solo essere diretta, a distanza possiamo solo fornire informazioni basate su dati già assodati.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing