Utente 561XXX
Gentili dottori,
da fin quando ne ho memoria soffro di un problema che si manifesta durante la minzione.
Se bevo poco, per esempio la sera, e la mattina successiva mi sveglio e devo andare in bagno, durante la minzione il colore delle urine risulta ovviamente più scuro del normale, ma il problema è che dopo la minzione ho bruciore intenso e la sensazione continua di dover urinare ancora. L'intensità del bruciore penso dipenda da quanto io beva, di conseguenza meno bevo, più fa male.
Ho sempre tenuto conto di questo problema come motivazione per bere tanto, ed infatti il problema non si pone seguendo questo ragionamento. La mattina, ad esempio, per evitare la sintomatologia, appena sveglio bevo due bicchieri d'acqua e non vado subito in bagno.
Questa è una strada per evitare il problema, ma quest'ultimo è comunque presente se mi dovesse capitare di bere poco.

L'altro sintomo che si manifesta casualmente (così sembra) sono delle fitte all'altezza della zona lombare, non so se siano i reni. Quest'ultime vanno e vengono, per esempio nelle ultime settimane non ne ho avute, ma ricordo mesi fa in cui le avevo quasi giornalmente.

Ho fatto gli esami delle urine, ecco i risultati:

ASPETTO - L. TORBIDO
COLORE - VOGEL II
PESO SPECIFICO - 1010
REAZIONE - ACIDA
PROTEINE - ASSENTI
EMOGLOBINA - ASSENTE
GLUCOSIO - ASSENTE
BILIRUBINA - ASSENTE
CORPI CHETONICI - ASSENTI
UROBILINA - 0. 2
SEDIMENTO - FREQUENTI URATI RARE | CELLULE 6/8 LEUCOCITI

Il mio dottore ha detto che posso stare tranquillo e mi ha spiegato che ho semplicemente della sabbiolina (gli urati) e le fitte son dovute a quest'ultimi. Anche il numero dei leucociti è ok.
E' realmente così? E per quanto riguarda il bruciore dopo la minzione? Non ho nessuna infezione?

Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se vi fosse veramente un’infezione, in un periodo di tempo così lungo sarebbe certamente successo qualcosa di diverso e probabilmente peggio. La manifestazione é abbastanza singolare ed evidentemente correlata alla densità delle urine, é difficile dar peso alla presenza di urati, che sono verosimilmente legati alla alimentazione prevalente del giorno precedente (es. proteica) e andremmo anche cauti a correlarli con codeste fitte lombari, assai più facilmente legate alla colonna vertebrale. Più facile pensare ad una irritazione da parte dell’urina molto acida e concentrata sulla mucosa delle basse vie urinarie, é però da ipotizzare che vi sia una causa anatomica predisponente.Pertanto riterremmo opportuno completare gli accertamenti con una ecografia dell’addome ed una flussometria minzionale. Il tutto da valutare poi direttamente da un nostro collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing