Utente 563XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 22 anni e mi rendo conto di avere ormai da un bel po' di tempo un testicolo destro, che non mi convince molto.
Inizierei con il dire che le vene che si trovano dietro mi sembrano più grandi rispetto a quelle del sinistro, quindi ho pensato al varicocele, anche in dimensioni è un po' più grande del sinistro, ma ho letto comunque che può stare che un testicolo sia più grande di un altro. Il punto è che lo sento più sensibile, non saprei dirvi il punto preciso, ma anche l'epididimo dietro il testicolo destro è più gonfio rispetto all'altro. Il dolore è difficile da localizzare ripeto. Ogni tanto rimane più in alto e più esternamente ma poi si mette a posto da solo. Ho provato anche a toccarmi la superficie dei testicoli per capire se era presente un nodulo o altro, ma sento solo delle striature a lato che alcune volte sono più percebili e altre volte meno. Non sono noduli è come se fossero dei piccoli capillari, ma non so se ci sono proprio sulla superficie. Comunque in generale il testicolo destro è più sensibile, quando corro/cammino non avverto dolori, questa è una cosa che ho da molto tempo ed è rimasta stabile. Devo preoccuparmi oppure andare a fare un semplice controllo in cui mi somministreranno degli anti infiammatori? Vi ringrazio e attendo una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su queste problematiche di natura andro-urologica le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com