Utente 578XXX
Buona sera, sono preoccupata per il mio fidanzato.
Dopo un episodio di ematuria ha svolto degli esami che hanno riscontrato un papilloma vescicale.
purtroppo è un fumatore e svolge un lavoro a rischio.
il 18 dicembre ha fatto l intervento di resezione e dopo l attesa è arrivato l esame istologico: carcinoma transizionale papillifero di basso grado sec.
WHO-2016 con immagini suggestiva di iniziale infiltrazione del connettivo suburoteliale.
i frammenti di tonaca muscolare sono indenni.

Vi lascio immaginare come sia stata accolta la notizia...una catastrofe! Adesso dovrà iniziare una terapia di instillazioni di mitomicina c una volta a settimana per 6 settimane e poi una al mese per 11 mesi.

È una condizione grave?
che aspettative di vita ha??
siamo nel buio più totale.

Vi ringrazio in anticipo.

Saluti

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I tumori superficiali della vescica sono considerati "maligni" per la loro tendenza a riformarsi in altri punti della vescica delle vie urinarie, non per la loro invasività locale. Una volta asportato completamente (la negatività istologica dello strato muscolare lo conferma) nella sede interessata il probelma è risolto definitivamente. Le instillazioni servono appunto a ridurre il rischio di recidiva e sono in genere molto efficaci. Ovviamente è indispensabile abbattere quanto possibile i fattori di rischio, a partire dal fumo, che deve essere immediatamente abbandonato per sempre. La situazione è comunque ampiamente sotto controllo ed ogni pessimismo ci pare francamente fuori luogo, così come interrogarsi sulla sopravvivenza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Grazie innanzitutto per la celere risposta.
Dunque la natura dei papillomi vescicali è sempre da definirsi maligna?o poteva trattarsi anche di un semplice polipo?
sui fattori di rischio di sicuro c è da lavorare,spero con successo anche perché il paziente ha 38 anni.
Per quanto riguarda la terapia avrà degli effetti collaterali?è invasiva?
Grazie tanto ancora.
Saluti

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Il papilloma benigno non esiste. Le abbiamo già scritto che anche le neoformazioni superficiali sono considerate maligne per la loro tendenza a riformarsi in altri punti delle vie urinarie, principalmente in vescica. A 38 anni pensiamo si debba avere la maturità sufficiente per cambiare il proprio stile di vita se questo può influire in modo sostanziale sulla propria salute. Le instillazioni vescicali sono una procedura ambulatoriale minimamente invasiva, consistono nel semplice inserimento di un sottile catetere attraverso cui viene passato il farmaco, che poi viene trattenuto in vescica per un’ora circa, quindi urinato spontaneamente. Generalmente la mitomicina è ben tollerata e non dà alcun effetto collaterale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 578XXX

Grazie per le precise informazioni.
La terapia ci è stata consigliata dall urologo che ha fatto l intervento dicendoci di consultare comunque un oncologo.
Va bene un oncologo generico o deve essere specializzato in urologia?
Saluti

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
In linea di massima, i tumori superficiali della vescica vengono seguiti solo dall’urologo, l’oncologo medico si occupa perlopiù delle situazioni complesse ed avanzate, dove si ipotizza la necessità di una chemioterapia maggiore endovenosa. Si tratta oggettivamente di una minima parte dei casi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 578XXX

Grazie dottore.
tenendo conto di quanto scritto nel referto dell esame istologico:" iniziale infiltrazione del tessuto uroteliale" può essere necessario un esame tipo PET/CT per i linfonodi?

[#7]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
No,
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 578XXX

Salve dottore,la riscrivo per farle sapere che il mio compagno ha iniziato le instillazioni con bcg. Proprio ieri ha fatto la terza seduta, ma da stamattina avverte dei dolori agli arti inferiori..È normale avere questo effetto collaterale?è consigliata una scintigrafia ossea???
La ringrazio.
Saluti