Utente 456XXX
Qualche giorno fa ho riscontrato durante la minzione delle gocce color rosa.
Ho aspettato il ripetersi della cosa perché non ho ne dolori dai reni, ne alla vescica.
Fatto analisi urine si riscontrava presenza ++ emoglobine, leucocito 1/2 x campo, emazie 30/40 x campo.

Fatta ecografia reni e vescica si evidenziavano segni di microlitiasi) renella e due microcalcoli uno a dx di 3, 8 mm e uno a sx di 4, 7.
Sto aspettando di avere responso urinocoltura ed eventuale antbiogramna.

Normale avere ancora mitto roseo a fine minzione?
Medico base potrebbe non dare antibiotico perché non è sicuro di infezione.
Per i due calcoli si può fare qualcosa preventivamente o meglio non svegliar il can che dorme?
Possibile non aver alcun tipo di fastidio / dolore/ febbre?

Per info la prostata per la quale prendo Omnic al 30/11/19 PSA 1, 29.
Ultimo check urologico ottobre 19.



Grazie x la Vs risposta

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se mai il sanguinamento fosse legato ai, peraltro piccolissimi, calcoli renali, le urine sarebbero al limite scure, brune o vinose. Le urine rosate sono invece più verosimilmente legate ad un modesto saguinamento vescicale o (più facilmente) prostatico, considerata la sua età. Ne parli ovviamwnte con il suo urologo di riferimento, che probabilmente le farà eseguire un esame citologico delle urine. Visto che l’ecografia parrebbe negativa, in genere si attende per vedere se le tracce ematiche si risolvono, ripetendo 1-2 esami delle urine a distamnza di 3-6 settimane. Calcoli dimquelle dimensioni e privi di disturbi in un soggetto normale, senza particolari esigenze professionali o di servizio (militari, piloti, ecc.) possono essere tenuti sotto controllo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 456XXX

Grazie Dottote
Ho appena ricevuto il risultato negativo della
Urinocoltura .
Mi è stato consigliato di fare una CITOLOGIA URINARIA come anche Lei suggeriva .
A questo punto forse sarebbe valutate anche una endoscopia vescicale/prostata o è inopportuno ? Grazie

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Se la citologia è negativa, si può anche seguire l'evoluzione nei prossimi 2-3 mesi ripetendo l'esame delle urine ogni qualche settimana. Al minimo sospetto l'endoscopia sarà da eseguire.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 456XXX

Buongiorno Dottore
Ho ritirato oggi esito citologia e mi è stata diagnosticata DISPLASIA UROTELIALE .
valutazione microscopica : soddisfacente
X la valutazione . Fondo ematico . Abbondante essudato leucocitario . Cellule di sfaldamento delle basse vie urinarie , detriti . Si osservano alcune cellule della mucosa vescicale con ipercromasia nucleare
e Modica anisocitosi .
Presumo che endoscopia sia il prossimo passo . Grazie x la Sua gentile opinione in merito .
Massimo

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Anche se i sospetti sono comunque modesti, l’endoscopia potrebbe togliere ogni dubbio residuo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 456XXX

Buongiorno Dottore
Dalla cistoscopia è emersa la presenza di varici al collo vescicale che sono poi state trattate con elettrofolgorazione nella stessa sede.
Esiste secondo Lei una causa scatenante della loro formazione che infiammandosi sanguinavano e davano origine all ematuria ?

Grazie. Saluti .

[#7]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Sono in genere manifestazioni legate alle modificazioni della prostata che avvengono naturalmente dopo i 50 anni in modo più o meno evidente da caso a caso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 456XXX

Buongiorno Dottore
A tutt’oggi , dopo una settimana di antibiotico post cistoscopia ho ancora qlc residuo di urina rosa e su esame urina risulta oggi :
Colore giallo - rosato , emoglobina ++ , esame microscopico sedimento : 4-5 leucociti x campo , 18-20 emazie x campo e
discreta flora batterica. Esame dì urinocoltura in corso .
Continuo a bere sui 2 litri di acqua .
E’ nella normalità di post elettrofolgorazione avere ancora presenza di sangue nelle urine ? Esiste un pericolo di recidiva anche x le varici del collo vescicale ? Quando potrò riprendere ad avere rapporti sessuali ?
Grazie x le cortesi risposte !

[#9]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Che vi siano ancora lievi tracce di sangue è ampiamente giustificabile. In tutti gli interventi sulle basse vie urinarie si consiglia in genere di sospendere l'attività sessuale (di qualsiasi tipo) per 3 settimane.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing