Utente 546XXX
Egregi dottori, volevo avere dei chiarimenti in merito al batterio dell' E.
Coli ed in particolare il rapporto che vi è con possibili casi di infertilità.

Da circa 14 mesi io e mia moglie stiamo tentando di avere un bambino, purtroppo senza esito positivo.
Abbiamo fatto tutti gli esami di routine e risultano tutti senza problematiche.

Per quanto mi riguarda, ho fatto diversi spermigramma ed i risultati relativi alla qualità del mio sperma sono tutti al di sopra della media, sia in termini di numero che in termini di qualità che motilità.
L'unica nota dolente è il riferimento alla presenza di leucociti che, anche a seguito di cura antibiotica, sono risultati sempre superiori a tre milioni (addirittura una volta anche 8 milioni).
Ho effettuato una spermiocoltura che mi ha dato esito positivo al batterio dell'escherichia coli.
Quello che non ho capito è che, avendo questo batterio, i risultati dello spermiogramma non dovrebbero esserne inficiati?
Oppure la presenza di tale batterio comporta, nonostante i buoni valori del mio spermiogramma, la mancata gravidanza?

Grazie per la risposta.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
gentile lettore,

la domanda che pone è complessa e la risposta no semplice.

Comunque in questi casi si cerca generalmente di eliminare il battere e di abbassare la presenza dei leucociti nell’eiaculato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com