Utente
Buonasera.
A seguito di risonanza magnetica, mi viene diagnosticata una calico-pieloectasia a destra.
Il referto recita testuale: i reni appaiono nei limiti per dimensione e morfologia, spessore cortico-midollare conservato.
Si segnala discreta calico-pieloectasia a destra, con diametro trasverso massimo di circa 2, 5 cm delle pelvi renali, in assenza di dilatazione ureterale a valle apprezzabile con metodica, i reperti necessitano di valutazione specialistica ed eventuale integrazione con esame uroTC.

Premetto che nel rene destro ho anche una voluminosa cisti di 6X6 cm che da precedenti esami mi è stato detto di non rimuoverla, ma di tenerla d’occhio una volta l’anno.

Volevo chiedere dunque cosa fosse questa calico-pieloctasia e cosa può comportare.

Grazie.

[#1]  
Dr. Maurizio Cerfeda

24% attività
16% attualità
0% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2000
Gentile Amico
La dilatazione delle prime via escritrici del rene , potrebbre essere sostazilmente congenità o anche determinata da una possibile compressione legata alla cisti .
Ai fini di una precisa valutazione del quadro, anche per un eventuale svuotamento con tecnica miniinvasiva percutana della stessa, consiglierei, come già indicato, esecuzione di Tac addome superiore ed inferiore sempre, e se non allergico, con M.D.C.
Dr.Maurizio Cerfeda