Utente
Salve, premetto che negli ultimi 7/10 giorni ho avuto una vita sessuale molto attiva, sia in termini di rapporti con la partner sia masturbandomi.

Ieri ho avuto due eiaculazioni a distanza di qualche ora l'una dall'altra, senza alcun problema di sorta.

La notte stessa mi sono alzato per andare ad urinare e mentre avevo una erezione notturna ho fatto un sforzo in più per iniziare la minzione, iniziata la quale ho avvertito un fastidio, lo paragonerei ad una sorta di raschiamento nella parte dell'uretra sotto il glande.

Una volta terminata la minzione, asciugandomi ho notato che la carta igienica era sporca di sangue.
Le urine erano, però, normali.
Dopo circa mezz'ora sono andato nuovamente a controllare e spremendo il prepuzio ho notato una abbondante fuoriuscita di sangue.
Dopo essermi pulito ho urinato, senza alcun disturbo e le urine si presentavano anche in questo caso chiare.

Sono una persona che fa sport e beve molta acqua.
Negli ultimi tempi, tuttavia, a causa dell'isolamento domiciliare, non ho curato l'alimentazione e ho bevuto parecchi alcolici.
Nel corso della giornata odierna non ho avuto alcun altro episodio.
Ho bevuto i miei due litri giornalieri di acqua ed ho urinato senza alcun problema, sebbene spesso.
Non avverto fastidi particolari, se non una minima sensibilizzazione della zona del prepuzio.

Grazie.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'ipotesi più verosimile è che vi sia una lieve congestione della prostata e del tratto di uretra che la attraversa. Qui sono talora presenti dei piccoli vasi sanguigni immdiatamente sotto la mucosa, che con la congestione possono dar adito ad un modesto sanguinamento. Il fatto che le urine siano chiare conferma che il sanguinamento non deriva dalla vescica o dalle alte vie urinarie. Il fatto che ci fosse anche un'erezione di mezzo può aver accentuato le condizioni favorenti. Le perdite di sangue vanno sempre considerate seriamente, ma per ora ha ampi margini di tranquillità, pensi magari a sottoporsi ad una visita urologica una volta risolti i problemi contingenti. Nel frattempo ... avrà già compreso che magari sia opportuno darsi una regolata, sia a tavola che altrove!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Preg.mo Dott. Piana, La ringrazio sentitamente per il chiarimento. Preciso che dopo lo spiacevole episodio notturno, non si sono verificati più altri problemi della stessa tipologia. Le urine continuano ad essere chiare e non avverto alcun fastidio. Ovviamente ho provveduto a regolarizzare i fattori esterni che possano aver influire negativamente. Per quanto riguarda l'eventuale visita urologica, ho margini di tempo ristretti oppure posso procedere con calma? Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
In questo momento è praticamente impossibile essere visitati, se non in pronto soccorso per motivi urgenti. Attenda qualche settimana.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing