Utente
Salve, qualche giorno dopo l'inizio della quarantena (circa 9/3/20) mi sono svegliato e ho iniziato a sentire fastidio diventato pian piano prurito e poi con il passare dei giorni calore e rossore alla sacca scortale.
Inizialmente la cosa sembrava una epididimite ma poi è stata esclusa dal medico, in quanto sulla pelle sono incominciate ad uscire delle piccole pustole simili a dei punticcini bianchi e non avevo invece sintomi legati all'infiammazione dell'epididimo.
Allora ad inizio aprile dopo aver fatto vedere la mia situazione mi è stato diagnosticato dal medico una micosi genitale da curare con SPORANOX per 8 giorni.
Terminata la cura il prurito il calore e il rossore si erano attenuati (i primi due del tutto spariti).
Nel frattempo mi si è manifestata una forma di patina bianca sul glande "appiccicosa" che non mi fa tutt'ora scendere del tutto il prepuzio in unica volta (specifico che la cosa non mi crea alcun dolore o altro) e si crea una deposito maggiore nel solco tra il termine del glande e il prepruzio.
Specificato questa situazione al medico, mi ha prescritto delle analisi del sangue ed urino cultura batterica per vedere se ci fosse qualche infezione ma dai risultati non c'è nulla che non va ne a livello urinario ne per quanto riguarda il sangue (linfociti ecc.
), Però da qualche giorno sto notando di nuovo queste macchiette bianche e il colore rosso vivo della pelle.
Ho ricontattato il medico e mi ha detto di fare di nuovo 8 giorni di SPORANOX.
Il mio dubbio è che non vorrei che questa micosi iniziata sullo scroto si sia trasferita sul pene e adesso sta accadendo di nuovo la stessa cosa al contrario...potrebbe essere possibile?


Specifico che non ho mai avuto: febbre - vomito - nausea - gonfiore - sangue nelle urine e nello sperma -
I sintomi sono sempre stati: calore - prurito - rossore - pustolette bianche - pelle secca

[#1]  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
FOGGIA (FG)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Senza una visita non è possibile fare una diagnosi precisa , potrebbe trattarsi di una balanite micotica per la quale, spesso ,la terapia con antimicotici orali non è sufficiente a risolvere il problema . Se il problema dovesse ancora persisterre faccia una visita specialistica .

Cordiali saluti .
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta dottore, quindi secondo lei sarebbe più opportuna una cura di tipo locale? Perché fino ad ora ho fatto solo trattamenti con pillole o sciroppo e comunque i sintomi si sono attenuati ma il colore della pelle dello scorto è ancora rossa e con questi puntini tendenzialmente bianchi e ho tutt'ora difficoltà a far scendere il prepuzio in quanto il glande è ricoperto da una sostanza appiccicosa (tipo colla per farle capire la consistenza) e mi e da fastidio si nella zona dell'urtare e del filetto sia al termine del glande. Secondo lei dovrei rivolgermi ad un dermatologo o un urologo? Grazie delle sua disponibilità e mi scusi se non ho usato tutti i termini corretti, ma questa situazione mi sta creando molto disagio...più psicologico che fisico.