Utente
L’anno scorso, dopo episodio di ematospermia, mio padre di 55 anni, effettua dosaggio psa totale che risulta di 1, 5 ng/mL, EDAR che evidenzia ghiandola aumentata di consistenza morbida ed elastica ed ecografia addome inferiore che mostra ghiandola aumentata di dimensioni, eco struttura disomogenea con alcune calcificazioni ed ipertrofia del lobo medio che impronta il fondo vescicale.
Quindi effettua terapia con Serenoa per 90 giorni la prima volta, altre due volte la ripete ma non in maniera precisa.

Ad oggi a distanza di un anno ripete psa che risulta di 4.1 ng/mL quindi effettua nuovamente psa totale e libero: il risultato è psa totale di 3.3ng/mL e psa free di 0.29.
Il rapporto risulta di 0.08, inferiore al 10%.
Anche se il psa totale è inferiore a 4, Lei ritiene che sia opportuno effettuare ulteriori controlli visto che il rapporto free/totale è basso?

[#1]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
i valori del rapporto psa tot e lib sono attendibili per valori di PSA tot tra 4 e 10 e quindi il rapporto non ha alcuna attendibilita' per valori inferiori a 4.
Le calcificazioni e l'indagine ecografica oltre ad una precedente emospermia, rivelano una prostatite cronica,
Cmq almeno 1 volta l'anno e' bene , al disopra dei 50 aa, ( 45 in casi familiarità per adenocarcinoma prostatico) oltre ad eseguire il PSA ( il PSA non e' un marKer x neoplasia) eseguire un controllo urologico .
Nel caso di suo pafre considerato che il PSA da solo non e' attendibile in specie in caso di infiammazioni prostatica) e' bene eseguire una visita urologica.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus