Utente
Soffro di calcolosi al rene sinistro di 11mm e 7 mm al calice inferiore, in presenza di cisti renale settata sotto il suddetto rene di 10, 5 cm.
L'urologo sostiene che sia necessaria ESWL indicando un minimo rischio di emorragia intracistica.
Aggiunge che al limite la cisti può essere aspirata e sclerotizzata.
Il radiologo di fiducia sostiene che, oltre ad una probabile recidiva, più in generale i rischi connessi ad una eventuale rottura della cisti a seguito di ESWL (infezione, peritonite) sono superiori agli eventuali benefici legati al fatto di liberare il rene dai calcoli.

Di conseguenza non so se effettuare o meno il bombardamento.

Potete darmi un parere medico?

[#1]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Gentle utente,
non vedo le immagini cmq sappi che e' possibile rimuovere i calcoli con l ureterorenoscpia flessibile.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Utente
Grazie, dottore. L'ureterorenoscopia è indicata anche per calcoli in sede? Credevo fosse specifica per quelli "in movimento".

[#3]  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Si la URS con il flessibile e l 'uso del laser e' ormai una realta'.
Dott.Roberto Mallus