Utente
Buonasera questa mattina ho fatto una ecografia dalla quale è emersa una dimensione della prostata di 45, 1mm (diametro traverso max).

L'anno scorso risultava invece di 40, 6mm.

Avendo fatto l'ecografia a vescica piena lo svuotamento è risultato ottimale ed anche i reni non hanno problemi.

Premetto che non ho problemi legati alle vie urinarie (diurni o notturni) raramente avverto bruciore (che si risolve in 10min circa) dopo rapporti sessuali.

In passato avevo fatto esami di urinocoltura, spermiocoltura e spermiogramma, tutto nella norma.

Ho 32 anni sono alto 1, 75m peso 75kg.

Il medico mi ha detto di non dare peso alla cosa in assenza di sintomi, l'unica cosa consigliata è quella di fare ogni tanto delle pause dal lavoro in quanto facendo un lavoro d'ufficio e stando seduto mediamente 7/8 ore al giorno queste pause (alzarsi dalla sedia ogni ora per almeno 10 min.
) posso aiutare a decongestionare la zona.


Ringrazio e porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quando sono presenti queste "problematiche urologiche , oltre alle indicazioni mirate terapeutiche che solo il suo urologo od andrologo le può dare, utile seguire anche alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale:

1) vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2) limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc.;

3) lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4) altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2 3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5) combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6) se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7) tenere d'occhio la bilancia,

8) infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.
Si ricordi comunque, come già dettole, che sempre la visita medica rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione terapeutica corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
Buonasera la ringrazio della risposta, la cosa che onestamente non capisco è che comunque il mio stile di vita è regolare l'unico punto che non seguo alla lettera e l'assunzione di 2 o 3 litri di acqua al giorno anche se comunque in genere fuori pasto almeno 1l riesco quasi sempre a berlo, ma per il resto più o meno e quello che faccio quotidianamente. Quindi la mia preoccupazione è legata al fatto che non trovo spiegazione a questa anomalia se non per una congestione dovuta alla troppa sedentarietà lavorativa. Premetto che sono una persona che fa comunque sport dilettantistico. Ringrazio ancora e porgo cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cerchi di limitare la sua sedentarietà e, anche sul lavoro, è possibile in molte situazioni trovare pretesti per muoversi e poi, come già detto, bene praticare una regolare attività fisica...

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4] dopo  
Utente
Buonasera la ringrazio per le riposte fornite.
Ma a questo punto le chiedo questa situazione a parere suo può portare in futuro a problemi nella sfera sessuale (erezione, fertilità ecc...) o favorire problematica di natura maligna alla prostata?

Ringrazio e porgo nuovamente cordiali saluti

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile, da questa postazione, fare una prognosi precisa e corretta sulle sue future problematiche cliniche.

Solo il suo urologo od andrologo di fiducia potrebbe forse essere in grado di fare una tale valutazione.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore e grazie per la disponibilità ma tutto questo può essere dovuto anche da stati di ansia o stress oppure questo non è significativo. Ringrazio e porgo cordiali saluti

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lo stress e l’ansia difficilmente non sono presenti in queste situazioni cliniche.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore ho fatto la visita dal medico di base e mi è stato detto che se non sono presenti sintomi urinari importanti "tale patologia" non è da considerarsi preoccupante in quanto anche l'ingrossamento non è tanto grande considerando una media generale di 4 cm in diametro trasverso.
Pertanto non mi è stato detto di approfondire ma casomai di monitorare la cosa alla prossima ecografia o se presenti sintomi particolari quali dolore, difficoltà urinarie ecc...

Ringrazio e porgo cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006