Utente
Salve,
da inizio settembre sto provando ad avere un figlio con la mia compagna.
Ieri sera ho cominciato ad applicare della pomata Gentalyn beta 0, 1% + 0, 1% crema sul viso causa una dermatite.

la presenza di cortisone e gentamicina può causare una anomalia nella motilità/morfologia dei miei spermatozoi anche se utilizzo per meno di 1 settimana?


ogni sera prendo olanzapina 2, 5 mg e BIVIS 20 mg / 5 mg (per curare ipertensione) ; questi due farmaci posso avere un effetto negativo sulla mia fertilità?
se si di che tipo?


grazie,

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sulla pomata, da lei indicata, non mi allarmerei oltre misura e anche sull'Olanzapina, alla dosa indicata, non dovrebbe darle problemi
Infine per l''ultimo prodotto, da lei indicato, si è visto che in ratti, trattati con questo farmaco, vi era una diminuzione di testosterone e dell' FSH nel plasma, così come si sono osservate diminuzioni di densità dello sperma e del numero di cellule spermatiche mature.

Se desidera poi avere altre informazioni più precise sulla complessità che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-di-vita-ed-infertilita.html

Se conosce poi la lingua inglese può pure leggersi questo testo più completo e pubblicato insieme al compianto collega Cavallini:

Clinical Management of Male Infertility
https://link.springer.com/book/10.1007%2F978-3-319-08503-6

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/