Utente
Salve,

Da qualche mese sento un problema ad altezza dei reni.
Non mi da fastidio durante il giorno, ma lo "sento" durante la notte e soprattutto al mattino appena sveglio.
È per lo più una sensazione di pesantezza, ma con strane fitte di dolore interne quando mi muovo o respiro profondamente.
Vado in bagno con la stessa frequenza di sempre, il colore dell'urina sembra normale.
A volte sento stanchezza alle gambe, come quando si è seduti in aereo per tante ore.
Ho pure un dolore persistente all'inguine.
Da qualche mese ho problemi di colesterolo molto alto.

Vorrei sapere se mi devo preoccupare e consultare il mio medico, o aspettare di vedere se in qualche settimana il dolore passa.
Oppure qualche consiglio su come agire.


Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Quanto ci riferisce non ha a prima vista le caratteristiche del dolore di origine che, soprattutto nelle sue maniferstazioni più acute, è praticamente nettamente lateralizzato. Il dolore bilaterale "a sbarra" è più frequentemente associato ad un problema di colonna vertebrale e la comparsa del disturbo in seguito a movimenti e/o posizioni rafforza questa ipotesi di interesse ortopedico. Spesso già una accurata visita diretta è in grado di differenziare ed indirizzare vero gli accertamenti e le eventuali terapie più opportune.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. Probabilmente mi sono espresso male. Il dolore non è a sbarra, ma lateralmente, sia a destra che a sinistra, un pò pi accentuato a destra. È come se avessi due palle da tennis dietro la schiena che spingono verso fuori.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
E' comunque assolutamente raro che un dolore di origine renale si presenti contemporaneamente da entrambi i lati. Come abbiamo già scritto, la valutazione diretta è quasi sempre in grado di indirizzare correttamente la diagnosi, anche se talora una ecografia dell'addome si rende comunque opportuna.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing