Utente
Ho 22 anni, e agli inizi di settembre sono andato a letto con un ragazzo, protetto (tranne un rimming cioè mi ha leccato lui l'ano, e qualcosa con le dita cioè una masturbazione).

Successivamente inizio ad avere dei bruciori mentre urino e scopro tramite urinocultura di avere un battere proteus mirabilis (800.000 colonie).

Anche lui facendo l'urinocultura scopre di avere lo stesso battere, quindi penso me lo abbia mischiato lui.


Dall'antibiogramma che ho fatto risultavano essere efficaci diversi antibiotici tra cui l'agumentin, che prendo su consiglio del mio medico urologo per 5 giorni, dopo mi dice di sospendere e di rifare le analisi delle urine.

Dalle analisi delle urine risulto ancora avere questo battere, ma con un carica minore 500.000 colonie.


Credo che 5 giorni siano stati pochi, in ogni caso ora dal nuovo antibiogramma il battere risulta sensibile a quasi tutti gli antibiotici (di più di prima), compresa di nuova amox/K clav cioè l'agumentin, solo l'ampicillina che ora è R.


Ora, a causa del lockdown il mio medico generico non mi risponde, l'urologo mi ha messo tra 1 settimana e praticamente non so che fare.


Secondo voi come mi devo comportare?
Posso continuare con l'agumentin anche se ho sospeso da 9 giorni?
o dovrei cercare un altro antibiotico?

Vi prego aiutatemi, non ho mai scritto qui, ma questa situazione di lockdown aumenta i tempi delle visite.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se i disturbi non sono molto importanti e non vi è febbre, le sconsiglieremmo di avventurarsi in auto-prescrizioni ma di attendere la visita diretta del nostro Collega. Beiva mota acqua. Noi a distanza non possiamo ovviamente prescriverle alcunché.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Si ovviamente so che non potete prescrivermi nulla, ne lo chiedo.
Volevo solo delle informazioni, è normale che il mio urologo mi abbia dato agumentin per 5 giorni con una carica di 800.000 colonia di proteus mirabilis?

Io credo che siano stati pochi 5 giorni, non vorrei che mi dia altre cose con pochi giorni e ritrovarmi nella situazione di adesso, cioè con un antibiotico preso e senza nessun risultato.

Se devo cambiare medico lo faccio cerco di trovarne uno, meglio ora che in futuro, vista la situazione di lockdown che stiamo vivendo.

In più volevo sapere se l'agumentin che risulta ancora sensibile dal nuovo antibiogramma si può ancora prendere nonostante l'abbia sospeso per 9 giorni, nel caso in cui me lo prescriva di nuovo.

Ripeto, non chiedo assolutamente una cura, perchè so che non si può avere online, però mi servirebbero dei consigli per non incorrere in altre situazioni simili.