Utente
Gentili dottori,
Mi rendo conto che il quesito risulterà alquanto insolito, ma desideravo sottoporvi la fastidiosa condizione che provo da qualche tempo a questa parte.
In pratica, mi accade che durante l’attività sportiva (in particolare quella dinamica), percepisco che il mio pene tende a ritrarsi parecchio, arrivando ad assumere dimensioni molto inferiori al normale avvicinandosi al pube.
La cosa risulta molto fastidiosa in quanto mi crea un certo impedimento nei movimenti nonché una inevitabile sensazione di imbarazzo.
Ho 30 anni e sono alto 1, 82 per 75kg.
In passato non ho nessun ricordo di questo problema, manifestatosi da un paio d’anni a questa parte.
Non so spiegarmi il perché... in passato facevo molta più attività fisica in effetti, ma non penso dipenda da questo.
Ho anche consultato un urologo che mi ha visitato e confortato che è tutto nella norma.
Mi ha prescritto solo gli integratori Campedex e Rilassando, per 2 settimane.
Mi ha detto anche che il mio potrebbe essere un problema di tipo nervoso o ansioso ma io in realtà non ho di questi problemi.
La mia vita sessuale è del tutto regolare così come la funzione erettile.
Pertanto non so davvero spiegarmi il perché di questo disconfort che continua a presentarsi ogni volta inibendomi durante lo sport.

Grazie mille in anticipo per le vostre cortesi risposte

[#1]  
Dr. Andrea Militello

52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIMINI (RN)
CARSOLI (AQ)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)
MILANO (MI)
RIETI (RI)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
il fenomeo è legato alla ridistribuzione del sangue durante l'esercizio, e forse da un aumento dei livelli di catecolamine. Nulla che rappresenti però un vero problema. Utile l'assunzione di liberatori di ossido nitrico
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, grazie per la tempestiva risposta. Per cercare di arginare il problema, cosa mi suggerirebbe? Anche se non rappresenta un vero problema (e di questo ne sono convinto) risulta comunque un disagio che vorrei riuscire a superare per tornare a svolgere attività fisica in totale serenità. In ultimo, vorrei chiederLe, come mai, secondo Lei, in passato non avevo mai sperimentato questo disagio che si è presentato soltanto da un paio d’anni a questa parte?
Grazie di nuovo