Utente
Salve, la mia partner è risultata positiva a: gardnerella vaginalis, ureaplasma parvum e candida albicans, ovviamente ha seguito una terapia e a detta del suo ginecologo l'avrei dovuta seguire anche io a prescindere.
Il mio urologo si è pronunciato in disaccordo ritenendo opportuno eseguire prima una urinocoltura, spermiocoltura e ricerca mycoplasmi e ureaplasmi.
Sono risultato negativo.

Ora, gentili medici, vi chiedo, siccome ho dei sintomi quali bruciore alla minzione (lieve e non sempre presente), devo eseguire un tampone uretrale per escludere al 100% eventuali positività? La spermiocoltura, in caso di positività, avrebbe dovuto riportare la presenza di gardnerella o c'è bisogno di una ricerca apposita?

Ho eseguito il campionamento del liquido spermatico e delle urine in sequenza, la stessa mattina, avendo la premura di lavare con sapone fisian i gentiali e aver disinfettato le mani... è possibile che in qualche modo, forse, i residui di sperma abbiano influenzato la qualità delle urine?

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che ilgiudizio dello specialista reale sia certamente piu' probante del nostro da questa postazione telematica.Eseguirei un tampone batteriologico uretrale per germi comuni,mycoplasma,ureaplasma,clamydia t..Cordialita'
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it