Ci sono incertezze sulla reale vaidità del trattamento antiossidante nella frammentazione del DNA dello spermatozoo,

Vediamo i risultati di un importante lavoro scientifico:

 

perché questo ulteriore studio?

Rapporti precedenti sull'effetto degli antiossidanti sull'integrità del DNA dello spermatozoo erano equivoci, e vi è una mancanza di studi randomizzati, controllati con placebo.

 

Obiettivi

Per valutare l'efficacia del trattamento antiossidante combinato in uomini subfertili con livelli normali di ormone riproduttivo e indice di frammentazione del DNA spermatico elevato (DFI).

 

Materiali e metodi

Questo studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo ha valutato gli effetti del trattamento antiossidante combinato in 77 uomini da coppie infertili, con livelli normali di testosterone, LH e FSH e DFI ≥ 25%. Tutti i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere un trattamento antiossidante combinato (vitamine, antiossidanti e oligoelementi) o placebo per sei mesi. L'outcome primario misurato era DFI. Gli esiti secondari erano parametri standard dello sperma. DFI e altri parametri dello sperma erano, in ciascun momento (pre-trattamento e dopo tre e sei mesi di trattamento), confrontati tra il trattamento e il gruppo placebo utilizzando il test U di Mann-Whitney.

 

 

Risultati

Il gruppo antiossidante aveva una maggiore concentrazione spermatica dopo tre mesi di trattamento (mediana: 24,4 × 106 / ml vs 27,2 × 106 / ml, p = 0,028) e concentrazione borderline statisticamente significativa dopo sei mesi di trattamento (mediana: 24,4 × 106 / ml rispetto a 33,3 × 106 / ml, P = 0,053) rispetto ai valori pre-trattamento. Il DFI non è cambiato durante i 6 mesi di terapia antiossidante. Nessuna differenza statisticamente significativa tra il gruppo antiossidante e il gruppo placebo è stata osservata per uno qualsiasi dei parametri dello sperma, incluso lo sperma DFI in uno qualsiasi dei tre punti temporali.

 

Discussione

L'aumento della concentrazione spermatica era più pronunciato nel gruppo trattato con antiossidanti ma non statisticamente significativamente più alto rispetto ai controlli, forse a causa di un potere statistico insufficiente. Precedenti studi hanno mostrato un effetto positivo del trattamento antiossidante su DFI e altri parametri dello sperma. Tuttavia, i nostri risultati indicano che gli uomini con livelli normali di ormoni riproduttivi potrebbero non essere il gruppo target principale per tale terapia.

 

Conclusione

Sei mesi di trattamento con antiossidanti non hanno avuto effetti sullo sperma DFI.

 

Conclusioni: non mi aspettavo queste conclusioni, ma gli studi scientifici servono anche a questo. Questo indica ancora di più che la terapia della sub fertilità maschile, anche naturopatic,a deve essere ben ponderata e proposta senza creare false illusioni e falsi miti.