L’olio essenziale cinese utile nella prostatite cronica.

Questo messaggio clinico ci giunge da un nutrito gruppo di ricercatori cinesi del Dipartimento di Urologia e Andrologia dell’Università di Shanghai, dell’Istituto di Ricerca del Qigong dell’ Università della Medicina tradizionale cinese, sempre di Shanghai, e del Dipartimento di Medicina Cinese dell'Ospedale Universitario di Hong Kong-Shenzhen.

 

   

 

Le prostatiti sono generalmente un problema clinico molto complesso in urologia e rappresentano circa l’8% delle visite mediche fatte da un urologo o da un andrologo; il 10% dei maschi adulti sembrerebbero essere, prima o poi, interessati, nel corso della loro vita, da una tale patologia.

I nostri ricercatori hanno condotto uno studio controllato e randomizzato, ora pubblicato sul “Chinese Journal of Integrative Medicine, che ha coinvolto settanta pazienti che presentavano una prostatite cronica abatterica, associata a sindrome dolorosa pelvica cronica (categoria III), conosciuta nel mondo anglosassone anche con questo acronimo CPPS (Chronic Pelvic Pain Syndrome).

 

   

 

Questo problema clinico è sostanzialmente caratterizzato da un’infiammazione cronica della prostata non dovuta a batteri. Questa forma di infiammazione della ghiandola prostatica interessa il 90-95% degli uomini che lamentano una prostatite cronica.

A random, cioè a caso, 35 pazienti sono stati poi trattati con olio essenziale cinese e 35 con un olio estratto da mandorle.

 

   

 

L’olio era spalmato tramite auto-massaggio a livello della regione sovrapubica e sacrale una volta al giorno per quattro settimane.

Prima e dopo la procedura veniva anche controllato il secreto prostatico tramite massaggio, confermando così una prostatite cronica abatterica (categoria III).

Sessantasei uomini hanno portato a termine le indicazioni terapeutiche ricevute; a questo punto si è osservato che non vi era alcuna differenza significativa tra i due gruppi, cioè quello di controllo e quello trattato con olio essenziale cinese, per quanto riguardava le caratteristiche della minzione, la qualità della vita e il dolore in generale ma nei pazienti che avevano utilizzato l’olio essenziale cinese si è osservata invece una riduzione significativa del dolore a livello del piano perineale, cioè nella regione anatomica posta tra l’ano-retto e i testicoli, rispetto ai pazienti che avevano ricevuto l’olio di mandorla (P < 0,01).

    giovanniberetta_prostatite_2giovanniberetta_prostatite_2giovanniberetta_prostatite_2giovanniberetta_prostatite_2giovanniberetta_prostatite_2

 

Nessuna intolleranza o reazione avversa particolare è stata segnalata.

Terapia semplice e non aggressiva, aspettiamo ora altre conferme cliniche.

 

Fonte:

https://link.springer.com/article/10.1007/s11655-018-2797-5

Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-e-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html.