Riporto un interessante studio riguardante la possibilità di aumentare la mobilità degli spermatozoi in vitro

 

Obiettivo: valutare l'effetto del diodo lightemitting (LED) sulla motilità degli spermatozoi negli uomini con e senza astenospermia. Materiale e metodi: campioni di sperma provenienti da 27 uomini sono stati valutati e lavati. Un'aliquota è stata prelevata da ciascun campione come controllo. La quantità rimanente è stata esposta a LED rossi per 2, 5 e 10 minuti.

 

 

La motilità degli spermatozoi dalle provette e dalle provette di controllo è stata ricontrollata alla fine di ogni intervallo di tempo. In 11 di questi 27 campioni, lo stesso protocollo è stato ripetuto senza lavaggio dello sperma. La valutazione dell'attività dello spermatozoo di creatina chinasi (CK), del gonfiore dell'iposmosi (HOS) e della colorazione con anilina blu (ANBS) è stata effettuata dopo la fototerapia in altri 15 campioni. Risultati: la motilità spermatica progressiva è aumentata in modo significativo dopo il trattamento con LED a diversi intervalli di tempo, sia in campioni lavati (p = 0.000) che non lavati (p = 0.003). La quantità di aumento della motilità nelle aliquote lavate era significativamente maggiore (p = 0.000) rispetto allo sperma ingenuo. L'attività di Sperm CK è aumentata, ma non è stata significativa mentre non sono state apportate modifiche a HOS e ANBS.

 

 

Conclusione: il LED rosso è uno strumento promettente e sicuro per aumentare la motilità degli spermatozoi in vitro. Ciò potrebbe avere una grande implicazione nel massimizzare le possibilità e i risultati degli studi di inseminazione intrauterina.

Per approndire:

https://doi.org/10.4081/aiua.2015.1.14

 

Logo medicitalia.it