Nuove cure per la disfunzione erettile: DKK3, un virus amico

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 16 marzo 2020

Un interessante studio che riguarda possibili future cure per la disfunzione erettile su base vascolare.

La grave angiopatia periferica nei pazienti diabetici è un importante fattore che contribuisce al basso tasso di risposta agli inibitori della fosfodiesterasi-5.

Lo studio ha esaminato se e come Dickkopf3 (DKK3), un modulatore secreto del percorso Wnt (Le vie di segnalazione Wnt sono un insieme di vie di trasduzione del segnale attraverso proteine che trasmettono il segnale dall'esterno della cellula, attraverso recettori di superficie, all'interno della cellula) noto per essere coinvolto nella riparazione delle cellule endoteliali e nella migrazione delle cellule progenitrici vascolari, ripristina la funzione erettile nei topi diabetici.

 

Topi C57BL / 6 di otto settimane sono stati sottoposti a iniezioni intraperitoneali di streptozotocina (50 mg / kg per 5 giorni). Otto settimane dopo l'induzione del diabete, l'efficacia di DKK3 è stata determinata da tre esperimenti indipendenti: esperimento 1 (peptide DKK3 [5 μg in 20 μL di PBS); esperimento 2 (DNA plasmidico DKK3 con elettroporazione [10 μg, 40 μg o 100 μg in 20 μL PBS, rispettivamente]; ed esperimento 3 (adenovirus DKK3 [1 × 107, 1 × 108, 1 × 109 particelle di virus per 20 μL, rispettivamente]).

La funzione erettile è stata misurata mediante stimolazione elettrica del nervo cavernoso una settimana (per peptidi) o due settimane (per geni) dopo il trattamento.

L'attività angiogenica del DKK3 è stata determinata nel pene diabetico in vivo e nell'endotelio cavernoso primario del topo in coltura cellule (MCEC) in vitro.

 

L'espressione cavernosa della proteina DKK3 era significativamente più bassa nei topi diabetici rispetto ai controlli.

Il peptide DKK3 o l'adenovirus hanno migliorato significativamente la funzione erettile nei topi diabetici (70% dei valori di controllo).

L'adenovirus DKK3 ha profondamente ripristinato il contenuto delle cellule endoteliali cavernose e il contenuto di periciti e ha aumentato le proteine ​​della giunzione endoteliale nei topi diabetici in vivo.

Il peptide DKK3 ha indotto una up-regolazione dei fattori angiogenici (angiopoietina-1, fattore di crescita endoteliale vascolare e fattore di crescita dei fibroblasti di base) e una formazione accelerata dei tubi negli MCEC coltivati ​​in condizioni di alto glucosio in vitro.

 

DKK3 ha ripristinato l'integrità vascolare cavernosa e ha migliorato la funzione erettile nei topi diabetici. L'angiogenesi terapeutica cavernosa mediante l'uso di DKK3 sarà una promettente strategia terapeutica per il trattamento della disfunzione erettile diabetica.

 

 

Fonte:

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/andr.12784

 

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche disfunzione erettile 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati