Bassi livelli di testosterone e disfunzione erettile

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 16 aprile 2020

Le anomalie vascolari sono i fattori più comuni nei pazienti con disfunzione erettile (DE).

Esistono un numero limitato di serie di casi che studiano l'eziologia della disfunzione veno occlusiva.

In questo studio, i colleghi hanno valutato i pazienti ED con eziologie vascolari e i loro biomarcatori sierici da un ampio database.

Materiali e metodi

Il presente studio ha esaminato retrospettivamente l'associazione tra i livelli sierici di testosterone e i lavori di laboratorio di base con i risultati dell’ ecocolordoppler penieno.

 

Sono stati recuperate e  riviste le registrazioni di 500 pazienti con disfunzione erettile studiati con ecocolordoppler penieno dinamico tra gennaio 2012 e novembre 2018.

L'analisi unidirezionale della varianza e dei coefficienti di correlazione di Pearson sono stati usati per confrontare diversi parametri tra i gruppi (CVOD e insufficienza arteriosa del pene) e tra due variabili quantitative, rispettivamente.

 

 

Risultati

Sessanta pazienti che soddisfacevano i criteri di inclusione sono stati arruolati ed esaminati in questo studio.

L'età media dei pazienti era di 52,9 ± 11,5 anni e il livello medio di testosterone nel siero era 15,57 ± 6,49 nmol / L. Trentanove (65%) su 60 pazienti presentavano valori di EDV anomali (> 5 cm / sec), mentre undici (18,3%) presentavano valori di PSV anormali (<35 cm / sec).

 Tra i pazienti con valori EDV anormali, gli autori hanno dimostrato che c'era una correlazione negativa statisticamente significativa tra testosterone e disfunzione veno occlusiva (Pearson; r = -0.283; p =. 028).

 

Conclusioni

I risultati hanno dimostrato che un basso livello di testosterone nel siero è un fattore di rischio per disfunzione veno occlusiva e così per la disfunzione erettile.

Studi futuri trarrebbero beneficio da campioni di dimensioni maggiori al fine di supportare o confutare i risultati.

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche testosterone 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati