Perché gli uomini con obesità presentano regolarmente livelli più bassi di testosterone?

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 18 aprile 2020

 

Gli uomini con obesità presentano regolarmente livelli più bassi di testosterone sierico (T) e talvolta più alti di estradiolo (E2) rispetto a una popolazione di controllo sana. Sebbene questi livelli T totali inferiori siano in gran parte spiegati da livelli più bassi di globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG), i livelli di T liberi (cFT) calcolati diminuiscono anche con l'aumento dell'obesità. 

Inoltre, questo disturbato profilo di steroidi sessuali viene (parzialmente) ripristinato quando questi uomini perdono peso.

 Meccanismi correlati all'adiposità, come un aumento dell'attività dell'aromatasi e gli effetti inibitori della leptina sulla produzione di T, sono stati suggeriti ma i meccanismi fisiopatologici esatti e la rilevanza clinica di questi cambiamenti ormonali rimangono poco chiari.

Tuttavia, poiché la prevalenza dell'obesità continua ad aumentare e gli steroidi sessuali sono coinvolti nella regolazione della massa muscolare, ossa, e tessuto adiposo, è necessario comprendere le cause e le conseguenze di questo disturbato profilo steroideo negli uomini con obesità.

 

L'obesità spesso porta anche a steatosi epatica non alcolica (NAFLD), che copre un ampio spettro istologico dalla semplice steatosi alla steatoepatite non alcolica (NASH) e può progredire in fibrosi, cirrosi e persino carcinoma epatocellulare.

 Poiché gli steroidi sessuali sono sottoposti a metabolizzazione epatica e i loro livelli sierici dipendono in parte dalla secrezione epatica di SHBG, il NAFLD potrebbe essere correlato ai cambiamenti osservati nei livelli di steroidi sessuali negli uomini con obesità.

 In effetti, diversi studi hanno riportato differenze nei livelli di steroidi sessuali tra controlli sani e pazienti con NAFLD. Tuttavia, alcuni dei risultati erano contraddittori e la maggior parte di questi studi non utilizzava test sugli steroidi sessuali all'avanguardia basati sulla spettrometria di massa, non si basava su NAFLD comprovato da biopsia o non ha tenuto conto della gravità della malattia.

 

Pertanto, questo studio che invito a leggere a chi ne fosse interessato  mira a studiare la relazione tra la NAFLD comprovata dalla biopsia, concentrandosi sulla gravità generale e le sue componenti istologiche e sui livelli sierici di steroidi sessuali negli uomini con obesità.

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche obesita 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Contenuti correlati