La Vulvo-Vaginite infiammatoria desquamativa è una sindrome clinica caratterizzata da secrezioni vaginali purulente persistenti ed eritemi vaginali, spesso con petecchie sottomucose cervicovaginali.
 
Quali sono alcune delle caratteristiche della vulvo-vaginite infiammatoria desquamativa?
 
 
La maggior parte dei ricercatori ha concluso che la vaginosi batterica è un disturbo polimicrobico del microbioma vaginale caratterizzato dall'assenza di lattobacilli vaginali. Il disturbo è anche caratterizzato dall'assenza di infiammazione vaginale clinicamente significativa, come indicato dall'assenza di neutrofili.
 
Gli organismi predominanti associati alla vaginosi batterica comprendono Gardnerella vaginalis, Atopobium vaginae e Mobiluncus specie
 
Cosa caratterizza il microbioma in una un apparato genitale femminile sano?
 
I lattobacilli che producono perossido di idrogeno predominano nella normale flora vaginale: in genere rappresentano il 70-90% del microbioma totale in una vagina sana. L. crispatus, L. gasseri e L. jensenii di solito si presentano come microorganismi singoli o predominanti nel microbioma vaginale, mentre L. iners si presenta comunemente come componente di una flora vaginale polimicrobica, spesso in transizione verso la vaginosi batterica.
 
alcuni lattobacilli come il L. crispatus sono capaci di escludere gli altri organismi attraverso il pH basso e grazie alla produzione di acido lattico insieme al perossido di idrogeno e alle proteine ​​antimicrobiche ospite specifiche chiamate defensine.
 
Quali sono alcune delle altre potenziali complicanze della vulvo-vaginite batterica?
 
La vaginosi batterica ha una grande varietà di sequele nel tratto genitale superiore, inclusi aumentati rischi di
 
- parto prematuro
- aborto spontaneo nel primo trimestre in donne sottoposte a fecondazione in vitro
- infezione da liquido amniotico, corioamnionite, endometrite dopo parto o aborto e infezioni dopo isterectomia
- malattia infiammatoria pelvica, sia in generale che dopo l'aborto.
 
La proporzione attribuibile di queste sequele non è stata quantificata universalmente. Complessivamente, la vaginosi batterica è associata ad un modesto aumento, nel rischio di parto pretermine.
 
Quali sono alcune delle caratteristiche della vulvo-vaginite infiammatoria desquamativa?
 
L'infiammazione è la caratteristica principale di questo disturbo.
Come dicevamo all'inizio, la vulvo-vaginite infiammatoria desquamativa è una sindrome clinica caratterizzata da secrezioni vaginali purulente persistenti ed eritemi vaginali, spesso con petecchie sottomucose cervicovaginali.
La causa esatta della vaginite infiammatoria desquamativa è sconosciuta ma sembra essere una disbiosi del microbioma vaginale normale associato all'infiammazione.
 
Nella vulvo-vaginite infiammatoria desquamativa, la vagina è colonizzata da batteri facoltativi, non i batteri anaerobici obbligati che colonizzano la vagina nella vaginosi batterica.
 
La microflora nella vaginite infiammatoria desquamativa consiste tipicamente di Escherichia coli, Staphylococcus aureus, streptococco di gruppo B o Enterococcus faecalis. Il microbioma associato alla vaginite infiammatoria desquamativa è meno noto del microbioma della vaginosi batterica.
 
Attenzione: Il metronidazolo non è efficace nella vaginite infiammatoria desquamativa e il fallimento del trattamento con metronidazolo nelle donne con vaginosi batterica può suggerire una vaginite infiammatoria desquamativa.
 
In caso di Vulvo vaginite persistente, contattare il proprio Medico o uno Specialista Venereologo di fiducia
 
Dr Laino
 
Fonti
New England Journal of Medicine - Clinical Pearls & Morning Reports