ipertensione

Cause dell'ipertensione arteriosa: fra queste l'iperparatiroidismo normocalcemico

Dr. Sergio Di MartinoData pubblicazione: 22 marzo 2015Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2021

L'iperparatiroidismo primario normocalcemico (IPNC) è definito come una condizione in cui si riscontrano aumentati livelli di Paratormone in presenza di valori di Calcemia nella norma, dopo aver escluso le cause secondarie di iperparatiroidismo. Questa patologia è considerata una possibile causa dell'ipertensione arteriosa.

Quali sono le cause dell'ipertensione?

L'ipertensione arteriosa (IA) ha frequentemente cause endocrinologiche, tra queste è ben nota quella relativa all'iperparatiroidismo primario con ipercalcemia.

Tuttavia poco si conosce sulla relazione tra ipertensione e iperparatiroidismo.

La relazione tra pressione sanguigna e iperparatiroidismo

Uno studio pubblicato nel 2015 sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism dimostra una relazione tra queste due patologie.

Nel lavoro retrospettivo, sono stati arruolati 940 pazienti tra Settembre 2010 e Dicembre 2013.Tra questi sono stati identificati 11 soggetti con una condizione di IPNC mentre nei restanti sono stati riscontrati normali livelli di Paratormone (PTH) e Calcemia.

Tra i due gruppi, non è stata riscontrata nessuna significativa differenza in termini di età, sesso, BMI, calcemia, 25 idrossi-vitamina D, creatininemia, glicemia, trigliceridi, colesterolo HDL e LDL.

I soggetti con iperparatiroidismo normocalcemico presentavano più alti livelli di pressione arteriosa, sia sistolica che diastolica, rispetto a quelli con PTH normale.

Gli autori concludono che nei pazienti con IPNC il rischio di ipertensione arteriosa è più elevato, quindi in questi casi bisogna avere un atteggiamento più deciso nel ripristinare normali livelli di PTH anche se la Calcemia è nella norma.

Volendo fare una considerazione a margine, probabilmente, a favorire l'incremento dei valori di pressione arteriosa nei pazienti con iperparatiroidismo calcemico, potrebbero non essere estranei i rapporti bidirezionali tra il Paratormone e l'Aldosterone, già segnalati in precedenti report scientifici.

Fonte:  


Autore

s.dimartino
Dr. Sergio Di Martino Endocrinologo, Diabetologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1989 presso Universita' di Napoli.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Napoli tesserino n° 24598.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ipertensione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Endocrinologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Altro su "Ipertensione"