L'omeprazolo a lungo termine aumenta il rischio di cancro esofageo?

Dr. Andrea FavaraData pubblicazione: 10 marzo 2018

Uno studio di coorte appena pubblicato da autori svedesi su Cancer Epidemiology ha studiato la relazione tra assunzione a lungo termine di inibitori di pompa protonica e comparsa di cancro esofageo.

Sono stati considerati 796492 pazienti in terapia dal 2005 al 2014 per diverse patologie confrontati con un uguale numero di soggetti con caratteristiche sovrapponibili non in terapia per lo stesso intervallo di tempo.

Il rapporto di incidenza standardizzato complessivo di adenocarcinoma esofageo è risutato essere del 3.93% e quello del carcinoma squamoso del 2.77 nei pazienti in terapia con l' inibitore di pompa rispetto al gruppo di controllo.

Un'analisi comparativa è stata fatta su 20177 pazienti in terapia con H2 antagonisti (cimetidina e derivati) e non ha dimostrato la stessa associazione positiva con il cancro, suggerendo quindi una specificita' dell' associazione con uno specifico gruppo di farmaci rispetto alla semplice presenza di patologie che potrebbero essere positivamente associate alla neoplasia indipendentemente dal farmaco assunto.

Gli autori sottolineano che il dato è unico e la significativita' andra' confermata da ulteriori studi, tuttavia confermano l' indicazione, condivisa da numerosi commentatori,ad utilizzare il farmaco in modo appropriato secondo le linee guida scoraggiandone un abuso al di fuori delle indicazioni corrette: in Svezia ad esempio ben in 10.7% della popolazione adulta risulta attualmente essere in terapia a lungo termine con gli inibitori di pompa.

 

https://doi.org/10.1016/j.canep.2018.02.004

Autore

andreafavara
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Universita' Studi Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 31610.

5 commenti

#1
Utente 299XXX
Utente 299XXX

Non si può mai stare tranquilli,se da una parte lo devi prendere per una terapia farmacologica tipo me "post angioplastica",dall'altra si dice che fa male,cosa vuol dire ABUSO? cioè prenderlo ogni mattina secondo me è gia abuso ..ed è l'unico che non mi fa venire il mal di stomaco ,ho provato altro ma nulla da fare ,quello che si disfa in bocca che sa di fragola è per me ,ma se potrebbe fare male che fare ?

#2
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Ogni farmaco va assunt secondo le indicazioni previste e presenta effetti collaterali
.Nel suo caso l'indicazione appare corretta e giustificata.Prego

#3
Utente 299XXX
Utente 299XXX

Grazie Dottore per la sua tempestiva risposta,
Buon Lavoro.

#4
Utente 486XXX
Utente 486XXX

Buona sera Dottor Andrea Favara io prendo tutte le mattine omeprazolo da 20 per problemi di reflusso. Ma puo fare male prenderlo sempre?

#5
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Tutti i farmaci presentano effetti collaterali.
Se l' indicazione è corretta e non ci sono alternative valide puo' avere senso.Prego

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche omeprazolo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati