L' esofagite eosinofila è una condizione relativamente recente essendo stata descritta per la prima volta meno di 40 anni fa.

 

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1591-esofagite-eosinofila.html

 

Un lavoro appena pubblicato dimostra come la sua incidenza e prevalenza sia in rapido aumento.

Sono stati analizzati 2386 documenti per un totale di 29 studi pubblicati.

La prevalenza è risultata essere 34.4 casi pero 100000 abitanti, maggiore negli adulti (42.2) rispetto ai bambini (34).

L' incidenza invece è risultata essere 6.6\100000 persone per anno nei bambini e 7.7\100000 persone per anno negli adulti.

Non è stata rilevata differenza significativa tra i lavori pubblicati in Nord America rispetto all' Europa.

 

E' stato quindi osservato un aumento significativo e costante nel tempo.

La modifica nella definizione del numero di esosinofili necessari per porre la diagnosi istologica e l' inclusione o meno dei pazienti terapia con inibitori di pompa sono state considerate ipotesi plausibili per giuistificare almeno in parte l' aumento.

E' opportuno quindi ricordare ai pazienti che una sintomatologia caratterizzata da disfagia puo' essere espressione della patologia ed ai medici di prescrivere un' endoscopia in caso di sospetto diagnostico, endoscopia che dovra' comprendere l' esecuzione di biopsie esofagee per porre correttamente la diagnosi.

 

Aliment Pharmacol Ther.2019;49(9):1116-1125

 

 

Logo medicitalia.it