Jaydesse: il più piccolo contraccettivo intrauterino

Dr. Giampietro GubbiniData pubblicazione: 26 agosto 2014

Introduzione

L’Italia è il fanalino di coda in Europa per quanto riguarda l’educazione sessuale. Solo il 16% delle donne sostiene di sentirsi ben informata su tutti i metodi contraccettivi a disposizione, il 70% sotto i 30 anni è costantemente preoccupata di dimenticarsi il contraccettivo in uso e il 19% ha affrontato una gravidanza indesiderata.

 

Contraccettivi e dispositivi intrauterini

Il contraccettivo ideale dovrebbe permettere alla donna di vivere la propria sessualità con serenità ,non creare problemi legati alla assunzione di ormoni,non doversi ricordare tutti i giorni di assumerlo (ricerca GFK, 2008).

Dalla indagine risulta inoltre che il 75% delle donne desidera ,se informate in modo corretto e completo,un metodo contraccettivo a lungo termine e il 50% preferirebbe un contraccettivo intrauterino.Cio'comporterebbe una migliore continuità di utilizzo e un minor rischio di gravidanze indesiderate. Questi dati devono farci riflettere.

E' compito del ginecologo informare la donna. Purtroppo una su 5 non ha mai parlato con il proprio medico di contraccezione e, purtroppo più del 40% delle donne non sono state informate sui metodi contraccettivi intrauterini.

In passato i dispositivi intrauterini,come la spirale,erano controindicati alle giovani perchè potevano provocare infiammazioni alle tube e causare sterilità.

 

Che cosa è Jaydesse

Finalmente anche nel nostro Paese abbiamo a disposizione sistemi contraccettivi intrauterini di ultima generazione: Jaydesse è una sistema contraccettivo intrauterino attualmente in commercio al costo di 4 euro/mese le cui caratteristiche sono:

  • azione contraccettiva immediata,
  • efficace come la sterilizzazione femmininile,
  • è sicura (non causa infezioni,sterilità, gravidanze extra uterine),
  • può essere rimossa in qualsiasi momento con immediato ripristino della fertilità.

Grazie alle sue caratteristiche e alle dimensioni ridotte (è il sistema intrauterino più piccolo al mondo) è adatta alle donne di tutte le età, anche le più giovani e le più distratte (metti e dimentica). Inoltre non provoca un aumento di peso.

Dopo che è stata inserita nell’utero dal ginecologo in ambulatorio, con una semplice procedura, con disconfort modesto (tipo dolore mestruale), assicura un’altissima protezione fino a tre anni.

Jaydess può essere tranquillamente utilizzata anche dalle donne che non hanno mai avuto figli.

Questo metodo mantiene inalterata la funzionalità ovarica.Il meccanismo di azione principale si esplica a livello del muco cervicale ove crea un ispessimento che impedisce allo sperma di raggiungere l'utero e fecondare l'uovo.Olre a garantite un effetto contraccettivo al 99%,crea una barriera alla penetrazione dei germi,come Candida,ma anche Clamidia che possono portare alla sterilità.Non protegge però dai virus (HIV e HPV)per i quali si consiglia sempre l'uso del profilattico.

 

Perchè usarlo

  • azione contraccettiva immediata
  • efficace come la sterilizzazione tubarica
  • è sicura(non causa infezioni,sterilità,gravidanze extrauterine)
  • è piccola e facile da inserire in ambulatorio
  • a differenza della pillola non è soggetta a dimenticanze ("metti e dimentica")
  • può essere rimossa in qualsiasi momento con immediato ripristino della fertilità
  • riduce il dolore mestruale
  • ha un costo uguale a 1 anno di pillola ma dura 3 anni
  • può essere utilizzata anche nelle donne che non possono assumere la pillola contraccettiva E/P

 

Una nuova dimensione della contraccezione: oggi possiamo consigliare un nuovo e efficace metodo contraccettivo che può rappresentare una valida alternativa anche per le giovani.

 

Autore

g.gubbini
Dr. Giampietro Gubbini Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1972 presso Universitaà di Bologna.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bologna tesserino n° 10031.

3 commenti

#2
Utente 368XXX
Utente 368XXX

Salve, a chi bisogna rivolgersi per maggiori informazioni ed eventuale inserimento (sono di Bologna)? La mia ginecologa mi ha consigliato di sospendere la pillola che assumo da cinque anni visto un leggero aumento delle transaminasi e sanguinamento dopo i rapporti e durante le sue visite. Ma quando le ho chiesto di questo nuovo dispositivo mi ha detto che lei non lo inseriva...

#3
Dr. Nicola Blasi
Dr. Nicola Blasi

Consultori, poliambulatorio ASL , in ultimo privati

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche contraccettivo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati