Si parla di aborto ricorrente quando si verificano almeno tre interruzioni di gravidanza consecutive. E' una patologia che interessa l'1-2% delle coppie e nella metà circa dei casi le cause sono sconosciute. Di solito le pazienti che incorrono in questa patologia vengono sottoposte a numerosi esami, alla ricerca dei possibili fattori causali, quali: disfunzioni ormonali, malformazioni uterine, malattie sistemiche, in particolare immunitarie. Il partner maschile in genere non viene indagato, eccetto che per la ricerca delle traslocazioni cromosomiche bilanciate .

Da un recente studio presentato a ENDO 2019: The Endocrine Society Annual Meeting, sembra che lo sperma sia importante per la formazione della placenta. Dimakopoulou e colleghi, in un piccolo studio, sostengono l'ipotesi che le infezioni genitourinarie, il varicocele, il testicolo ritenuto e l'obesità provochino la formazione di ROS (Reactive oxygen species), che potrebbero provocare la fragmentazione del DNA spermatico e la conseguente infertilità. Gli autori hanno studiato lo sperma ed il testosterone di 50 maschi le cui partner avevano avuto aborto ricorrente, confrontandoli con 63 uomini di coppie di controllo. Il consumo di fumo ed alcool era uguale nei due gruppi. La morfologia spermatica era normale nel 3.4% tra i maschi delle coppie con aborto ricorrente, rispetto al 4.5% dei controlli. Il Danno del DNA (DNA Fragmentation Index) era più che doppio nei primi (DFI 16.3), rispetto ai secondi (DFI 7.4), P<.0001. La differenza maggiore tra i due gruppi riguardava i ROS a livello dello sperma, che erano circa 4 volte superiori (9.3 contro 2.3 RLU/sec/ 10 alla sesta spermatozoi, P<. 05). 

Alla luce di questa esperienza si potrebbe ipotizzare la creazione di farmaci che proteggano lo sperma dal danneggiamento del DNA, da somministrare al partner maschile, per prevenire l'aborto ricorrente.

Il lavoro è limitato dall'esiguità del campione, tuttavia è interessante perchè apre una nuova prospettiva di studio sul partner maschile in questa patologia.

ENDO 2019. Presented March 24, 2019. Abstract OR18-5

Logo medicitalia.it