Le prime cornee umane stampate in 3D sono state realizzate e potrebbero un giorno risolvere una carenza mondiale di donatori di organi da trapiantare.

Gli scienziati dell'Università di Newcastle hanno stampato delle nuove cornee partendo da cellule staminali umane.

Questa nuova tecnica potrebbe produrre un rifornimento illimitato di cornee.

Migliaia di cornee vengono importate nel Regno Unito (anche dall'Italia, dove il problema della domazione è stato risolto da tempo) ogni anno per compensare una loro carenza cronica (vediamo poi che succederà con la BREXIT)

I britannici, infatti, sono tra i più riluttanti a donare le cornee dei loro occhi rispetto a qualsiasi altro organo.

I medici oculisti dell'università di Newcastle sono riusciti a creare delle cornea umane utllizzando per la prima volta al mondo una stampante 3D.

I ricercatori (Dr Steve Swioklo e il Prof. Che Connon dell'Università di Newcastle) hanno utilizzato cellule staminali umane combinate con collagene e alginato, che insieme formano un gel così forte, da poter essere utilizzato per una stampante 3D.

Questa tecnologia potrebbe essere utilizzata con successo per produrre un numero illimitato di cornee e per combattere la carenza mondiale di cornee di cui hanno bisogno i pazienti che devono essere sottoposti a trapianto.

La cornea è la meravigiosa struttura trasparente, avascolare e speculare dell'occhio che perfette la perfetta visione, ma può essere facilmente danneggiata da infezioni, traumi, lesioni, distrofie, degenerazioni e cheratocono.

 

Sono bastati solo dieci minuti per stampare con questo Gel -  bio-inchiostro - a formare una cornea, e le cellule staminali sono sopravvissute perfettamente al processo di stampa e hanno continuato a crescere anche dopo questo "trattamento".

Le cellule stromali corneali umane vengono sono mescolate con il collagene -e l'alginato, un carboidrato naturale che si trova facilmente in natura nelle alghe.

Ciò significa che il team ha creato con successo la prima soluzione del suo genere. Milioni di persone in tutto il mondo necessitano di un trapianto di cornea per non diventare ciechi.

Altri milioni di persone sono invece diventate cieche a causa di cicatrici corneali causate da ustioni, ferite o malattie.

Le cornee stampate in 3D dai ricercatori dell'Università di Newcastle, dovranno ora essere sottoposte a ulteriori test e forse ci vorrà ancora qualche anno prima che si possano utilizzare queste cornee per i trapianti.

I colleghi dell'Università di Newcastle hanno dimostrato che è possibile creare cornee impostando nella stampante 3D tutte le "coordinate" prese da un occhio del paziente e che questo approccio rappresenta sicuramente la via da seguire per combattere la carenza mondiale di cornee (per fortuna non Italiana).

Gli scienziati dell'Università di Newcastle sono oggi in grado di creare una cornea perfetto clone, come un abito sartoriale su misura, capace di adattarsi perfettamente alle dimensioni e alla forma della cornea dell'occhio ricevente di un paziente.

 La cornea è lo strato esterno trasparente dell'occhio, che è vitale per la messa a fuoco della vista e può essere danneggiato da lesioni o malattie, che possono portare alla cecità.

Molte ricercatori e scienziati in tutto il mondo stanno cercando la formula per il bio-inchiostro ideale e per rendere possibile e fruibile questo processo.

Il nostro gel di alginato e collagene mantiene in vita le cellule staminali, mentre produce un materiale abbastanza rigido da poter reggere alla manipolazione della sua forma, ma abbastanza morbido da attraversare l'ugello di una stampante 3D.

Ora ci sono cellule staminali contenenti inchiostro biologico pronto all'uso che consentono di stampare molti tessuti biologici.

Le condizioni patologiche della cornea sono molte: cheratocono, degenerazioni, distrofie ereditarie o acquisite, distrofia endoteliale di Fuchs...

Per stampare la Cornea è stata utilizzata una normale bio-stampante 3D a basso costo, ed il bio-inchiostro ha creato cerchi concentrici sino a creare una calotta sferica a forma di cornea umana.

.Un trapianto di cornea restituisce a il dono della vista.