coronavirus

Coronavirus e lenti a contatto: come comportarsi

Dr. Ruggiero PaderniData pubblicazione: 10 maggio 2020

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Con il Covid-19 l'utilizzo delle lenti a contatto è rischioso? Per rispondere a questa domanda è necessario menzionare un recente studio, pubblicato su Journal of Hospital Infection [1] che ha analizzato la sopravvivenza del virus sulla superficie di alcuni materiali sintetici.

Tra questi era incluso il silicone, materiale di cui sono fatte la maggiorparte delle lenti a contatto presenti sul mercato. Lo studio evidenzierebbe infatti una sopravvivenza del virus di quasi 5gg, contro le 72 ore rilevate sulla comune plastica.

Alla luce di questa osservazione NON bisogna allarmarsi nè pensare che lenti a contatto possano automaticamente rappresentare una fonte di contagio da covid-19.

Le lenti a contatto in commercio sono realizzate in condizioni di massima sterilità, mantenuta fino a quando i blister sigillati vengono aperti per essere utilizzati dal consumatore finale.

È necessario invece adottare alcune cautele, raccomandate anche dalla rivista canadese "Contact Lens Update".

  • Aumentare la frequenza di lavaggio delle mani. Sono le mani ad essere la primaria fonte di contaminazione da covid-19. Utilizzare quindi acqua e sapone per almeno 40-60 secondi o soluzione idroalcolica più volte al giorno.
  • Preferire l'utilizzo degli occhiali, se possibile. Ciò limita il contatto tra mani e occhi ed è comunque necessario pulire la montatura almeno un paio di volte al giorno con acqua e sapone.
  • Se non è possibile fare a meno delle lenti a contatto (miopi elevati, soggetti affetti da cheratocono, pazienti che si trovano in un percorso post-operatorio), preferire lenti a contatto giornaliere (usa e getta) ove possibile. 

Prima di indossare le lenti a contatto è indispensabile seguire questi 3 passaggi:

  1. Disinfettare le mani con gel idroalcolico al 65%, frizionando le mani per almeno 20-30 secondi
  2. Detergere la zona perioculare (palpebre, ciglia, sopracciglia) con salviettine sterili o medicate (in farmacia se ne trovano di varie marche)
  3. Introdurre la lente limitando la sua manipolazione ed evitando che possa toccare la cute perioculare.

Divieto assoluto di utilizzo delle lenti a contatto invece per i soggetti positivi al Covid-19. In questo caso, se sono state adoperate lenti a contatto mensili o bisettimanali, queste vanno eliminate nel cestino dopo essere state immerse nella loro soluzione disinfettante e avvolte in un fazzoletto.

[1] Persistenza di coronavirus su superfici inanimate e loro inattivazione con agenti biocidi


Autore

r.paderni
Dr. Ruggiero Paderni Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2008 presso Università di Palermo.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 42769.

0 commenti

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche coronavirus 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Altro su "Covid-19"