COVID-19: attenzione ai medicinali presi sui siti online.

Questa è la raccomandazione che ci giunge da un recente Rapporto pubblicato ora sul portale dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Con l’emergenza Coronavirus il mercato online non legale ha trovato un’occasione propizio e non difficile per vendere medicine ed altro.

 

Un rapporto della Società Aerospazio, Difesa e Sicurezza Leonardo ha sottolineato, come sono state presentate in questi ultimi mesi, in tutto il mondo 230.000 campagne di spam a tema Coronavirus, di cui il 6% è stato destinato al nostro territorio nazionale.

E’ così aumentato il commercio online di farmaci anche da parte di siti internet illegali che promettono cure fai da te contro il COVID-19.

 

In queste situazioni il rischio di acquistare farmaci o prodotti che possono non contenere alcun principio attivo o addirittura anche sostanze tossiche è molto alto.

Comunque, attraverso questi siti, è teoricamente possibile acquistare terapie non ancora sicuramente utili contro il Coronavirus, cioè in sperimentazione, come alcuni antivirali utilizzati contro l’HIV, oppure l’Idrossiclorochina o la Clorochina che sono farmaci antinfiammatorii contro la malaria, non vendibili in Italia senza prescrizione.

 

Da queste considerazioni sono state messe a punto alcune indicazioni precise per il cittadino che potrebbe essere stato contagiato.

In presenza di sintomi, prima di assumere qualsiasi farmaco, bene rivolgersi al proprio medico di fiducia; non assumere soprattutto antivirali o antibiotici di qualsiasi natura se non sono stati prescritti da medico. Ricordarsi che non esiste ancora nessuna profilassi per chi ha avuto contatti con soggetti sicuramente positivi; si insiste sul fatto che le terapie attualmente in studio per questa pandemia possono essere assunte solo dietro prescrizione medica e che queste, nella maggior parte dei casi, sono disponibili solo a livello ospedaliero. Non esiste ancora un vaccino sicuro contro il COVID-19.

 

Bene sapere che la legge italiana consente di acquistare online solo quei farmaci o prodotti che non richiedono una prescrizione medica e solo utilizzando farmacie online autorizzate che devono avere sulle proprie pagine web il logo previsto dal ministero della Salute.

 

Da quello che si è detto dovrebbe essere chiaro che i siti web che vendono antivirali che dovrebbero curare il Coronavirus sono illegali e quindi bene diffidare delle loro proposte terapeutiche, delle loro “cure miracolose”.

 

Fonte:

https://www.iss.it/coronavirus/-/asset_publisher/1SRKHcCJJQ7E/content/id/5343393

Altre informazioni: