cistite

Come si può curare la cistite? Quando usare i farmaci o i rimedi naturali

Come curare la cistite: la terapia parte dai rimedi naturali, bevendo tanta acqua e con una sana alimentazione, quando non basta ci sono gli antibiotici

Revisione scientifica: Redazione Scientifica Medicitalia Data pubblicazione: 01 dicembre 2020

La cistite è un'infiammazione delle vie urinarie che colpisce la vescica e può insorgere per cause di vario genere. Ecco come curare la cistite con rimedi naturali o con la terapia antibiotica prescritta dal medico.

Cistite cura antibiotici

Riconoscere la cistite

La cistite colpisce soprattutto le donne per la loro conformazione anatomica, in quanto l'uretra è più corta rispetto agli uomini, e le principali cause che ne provocano l'insorgenza sono:

  • le infezioni di tipo batterico (in particolare dell'Escherichia Coli che sembra essere il batterio responsabile nella maggior parte dei casi)
  • una non corretta igiene intima
  • rapporti sessuali non protetti
  • una cattiva alimentazione
  • altre patologie (per esempio il diabete

I sintomi con cui si manifesta la cistite sono il bruciore durante la minzione, la continua percezione dello stimolo e il bisogno di urinare spesso. In casi più gravi si può presentare anche con dolore pelvico, sangue nelle urine (cistite emorragica) e con l'insorgenza di stati febbrili.

Cosa fare

È opportuno recarsi dal medico non appena si presentano i sintomi tipici della cistite in modo tale da affrontare l'infezione con la giusta terapia e nel modo più efficace. La valutazione clinica si baserà sulla verifica dei disturbi e su indagini di laboratorio come l'esame delle urine, l'urinocoltura e l'antibiogramma che permettono di individuare la carica batterica e, di conseguenza, l'antibiotico adeguato.

Quando occorrono gli antibiotici

Trattandosi di infiammazione batterica la terapia indicata per guarire la cistite è quella antibiotica. Poiché il batterio maggiormente responsabile della malattia è l'Escherina Coli e, in generale, i batteri definiti "gram negativi", la terapia più efficace che viene prescritta è quella che prevede l'uso di antibiotici efficaci per combattere questo tipo di batteri. Possono, inoltre, essere prescritti altri farmaci come antidolorifici e antinfiammatori per calmare il dolore e ridurre l'infiammazione.

Tuttavia occorre ricordare che l'utilizzo inappropriato dell'antibiotico può essere inefficace a lungo termine in quanto può

portare a una resistenza agli stessi da parte dell'organismo, per questo motivo è sempre consigliato ricorrere a questi farmaci senza aver prima consultato il medico.

Rimedi naturali: fitoterapia, acqua e alimentazione corretta

Parallelamente alla cura farmacologica, è possibile ricorrere ai rimedi naturali che aiutano a prevenire le infezioni delle vie urinarie grazie alle proprietà antinfiammatorie e disinfettanti delle sostanze che li compongono.

Cistite cure naturali

Fra le terapie fitoterapiche quella più efficace si basa sull'utilizzo dell'uva ursina il cui principio attivo, l'arbutina ricavata dalle foglie della pianta, rilascia l'idrochinone che viene poi eliminato attraverso le urine. Un altro metodo naturale consigliato è il mannosio, uno zucchero naturale che impedisce ai filamenti batterici di aderire alla mucosa della vescica, e gli estratti ai semi di pompelmo che si trovano in commercio sotto forma di gocce o di tavolette. Sono inoltre efficaci per le proprietà antisettiche anche il succo di mirtillo, le tisane a base di malva, di betulla o calendula in quanto sembrano bloccare la crescita batterica rendendo le urine più acide, oltre ai preparati a base di mirtillo rosso o Hibiscus Sabdariffa (più conosciuto come karkadè).

Un aspetto fondamentale da non sottovalutare per curare e prevenire la cistite evitando che episodi sporadici si trasformino in recidive, è l'assunzione di liquidi e una corretta alimentazione: si consiglia di bere molta acqua e di evitare alimenti che possono risultare irritanti per le vie urinarie, seguendo nel caso un'opportuna dieta per la cistite.

Infine è consigliato mantenere una corretta igiene intima evitando di trascinare i batteri dall'orifizio anale alla vagina e utilizzando detergenti con elevata acidità, come per esempio quelli a base di sapone di Marsiglia.  


Guarda anche cistite 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Altro su "Cistite"