Grave problema deambulazione donna anziana

Salute: confronti e condivisioni tra utenti


604xxx
utente 
Salve a tutti, mi trovo in una situazione di estremo disagio, e speravo di trovare qui un po' di risposte utili.
Il problema è il seguente: poco più di un mese fa mia madre (74 anni) ha cominciato ad avvertire frequenti capogiri con conseguente perdita dell'equilibrio e, quasi in contemporanea, una progressiva difficoltà di deambulazione. A questi sintomi si sono poi aggiunti stipsi e inappetenza.
Col passare delle settimane, la difficoltà a camminare si è accentuata, tanto da dover ricorrere all'utilizzo di stampelle anche solo per coprire la distanza tra cucina e bagno. Nel frattempo ha cominciato ad avvertire anche un continuo e incessante formicolio alla punta delle dita delle mani, che si è poi esteso all'intera mano.
Particolare rilevante: lo scorso giugno, a causa di uno sforzo fisico intenso, le è comparsa una specie di gobba sulla colonna vertebrale, probabilmente un'ernia ma non saprei. Non so dire però se i sintomi le siano comparsi prima o dopo quello sforzo, quindi non so dire se le due cose siano correlate.

Allarmato e spaventato da questa situazione, lo scorso venerdì 24 luglio mi sono recato dal nostro medico di famiglia, il quale ha prescritto urgenti analisi del sangue e delle urine presagendo un problema piuttosto serio. Ho quindi prenotato al CUP per le analisi, e purtroppo la data disponibile più vicina è il 12 agosto.

Nel frattempo, però, in quest'ultima settimana, le condizioni di mia madre si sono ulteriormente aggravate, ed ora non è più nemmeno in grado di alzarsi in piedi.
Ora, la mia domanda è: cosa devo fare? Devo per forza aspettare il 12 agosto per quelle analisi o ci potrebbero essere gli estremi per una visita più urgente, magari al pronto soccorso?

Inoltre mi farebbe piacere avere un vostro parere sulla causa di questi sintomi, che hanno trasformato la nostra quotidianità in un inferno.

Grazie infinite!
#1  
     

Inserisci qui sotto tua risposta

Esegui l'accesso per inserire la tua risposta