Continuano gli studi , pubblicati su riviste index quali Dermatol.Surg (Jung 2010), sull'uso di questi tipi di laser nella consolidata indicazione che riguarda le cicatrici acneiche.

In quest'ultima pubblicazione si è utilizzata questa fonte laser (CO2 frazionato)  in varie potenze , fluenze e densità, allo scopo di valutare i risultati immediati sul campione arruolato e nel follow-up a 3 mesi.

I pazienti erano affetti da cicatrici acneiche atrofiche, da grado lieve a grado elevato, con pori dilatati e inestetismi correlati.

Il trattamento era singolo.

La valutazione a 3 mesi ha dimostrato nella maggioranza dei pazienti un miglioramento clinico  marcato ; in quelli in cui si era operato con energia più elevata e ma bassa densità si era avuto la migliore performance; nel 50% dei pazienti così trattati il miglioramento clinico era stimato oltre il 76%.

Allo stato attuale tutto questo orienta alla ricerca di più efficaci standard di trattamento per questi tipi di patologie.