Linee guida al consulto online

Parte I: come richiedere un consulto

Le norme di base per formulare una richiesta che soddisfi i requisiti minimi per permettere una risposta.

  1. Proteggi la tua privacy, quella dei tuoi conoscenti e quella dei soggetti eventualmente intervenuti nella tua storia
    • non inserire il tuo nome e cognome, né quello di altri, conoscenti o medici e neppure quello di strutture sanitarie facilmente riconducibili ad una persona
    • non utilizzare termini volgari, non inserire frasi offensive o lesive di persone o cose e oltraggiose al pudore pubblico
    • non utilizzare abbreviazioni, stile sms o chat, termini dialettali o "slang" che potrebbero essere mal interpretati o non capiti da chi deve rispondere
    • non inserire richieste per terzi a meno che tu non sia il genitore o il tutore della persona oggetto del consulto
  2. Fornisci tutte le indicazioni possibili per permettere una risposta
    • inserisci dati veritieri, se utilizzi l'account utente di qualcun altro specificalo, riportando anche la tua età e sesso, per evitare confusione in chi deve rispondere
    • specifica i sintomi nel dettaglio, i tempi ed i modi con cui sono comparsi o si presentano, senza tralasciare aspetti anche se possono portare inibizione o senso di vergogna
    • segnala gli esiti delle precedenti visite ed esami sostenuti
    • non inserire richieste di consulto generiche tese solamente a soddisfare curiosità mediche o a ricevere informazioni su argomenti generalisti o di prodotti commerciali
    • prima di richiedere un consulto assicurati di effettuare una ricerca nei consulti già forniti: le richieste simili a quelle che già hanno avuto risposta non saranno pubblicate
    • se hai aggiornamenti per un consulto, non inserire nuove richieste, ma prosegui la discussione già aperta
    • non registrarti più volte al servizio, con un utente è possibile richiedere più consulti
    • non inviare richieste via email allo staff né agli specialisti iscritti: usa il forum dei consulti che permette ai professionisti di dare risposte che possono essere utili a più utenti
    • non inviare immagini diagnostiche e non allegare link a immagini o documenti esterni al sito: non possono essere fatte valutazioni via internet di esami diagnostici
  3. Aspettative e risultati
    • ricorda che questo servizio non può sostituire la visita reale presso un medico, che è l'unica metodica consentita per eseguire diagnosi e prescrivere un trattamento
    • lo scopo dei consulti è quello di valorizzare e mai di sostituire la visita medica, di offrire (quando possibile) orientamento alle problematiche, senza azzardare diagnosi o terapie per via telematica
    • non pretendere risposte o soluzioni che non possono giungere attraverso questo servizio, ma fai un uso coscienzioso dei suggerimenti ricevuti e riportali al tuo medico curante
    • sii educato e rispettoso nel dialogo coi professionisti poiché non hanno nessun obbligo di risposta ma partecipano al forum in modo volontario e gratuito compatibilmente al loro lavoro
    • non utilizzare il servizio per pigrizia nel rivolgerti al tuo medico di base: è sempre lui il primo referente da contattare per i tuoi problemi di salute

Torna su

Parte II: come rispondere ad un consulto

Le norme base per fornire risposte che siano utili all'utente che pone la richiesta, ma anche ai visitatori che leggono ed ai professionisti che partecipano al servizio dei Consulti Online.

  1. Rammentare sempre i limiti impliciti di un parere fornito a distanza senza la visita diretta del paziente:
    • utilizzare sempre un linguaggio empatico, comprensibile per l'utenza, senza un uso esclusivo di terminologia tecnica
    • evitare diagnosi e prescrizioni di esami/trattamenti, è illegale e deontologicamente scorretto: il consulto utile deve concentrarsi sui dati clinici e sugli esami strumentali, per offrire spunti e suggerimenti che indirizzino l'utente al curante più adatto o ad un collega di zona; i professionisti iscritti a medicitalia.it svolgono una funzione di second opinion, di supervisione specialistica e non una alternativa terapeutica o diagnostica online
    • evitare quesiti ai quali, per il modo in cui vengono formulati, l'utente attribuisca eccessive aspettative
    • evitare di fornire indicazioni che possano essere equivocate o mal interpretate o di cui l'utenza non possa avvalersi in maniera vantaggiosa a causa del mezzo telematico
    • non "refertare" e nemmeno prendere in considerazione eventuali esami di qualsiasi tipo (laboratorio, immagini Rx,TAC, RMN o immagini cliniche) che l'utente inserisca nel consulto (inserimento vietato dalle stesse linee guida)
    • in tutti questi casi ricordare che il consulto online in nessun modo può sostituirsi all'operato del medico curante o dello specialista di fiducia
  2. Mantenere una condotta all'insegna della correttezza etica ed aderente al codice deontologico: questi sono i principi su cui devono basarsi gli iscritti per contribuire su medicitalia.it!
    • fornire indicazioni solo su tematiche per le quali si ritiene di avere competenza
    • lasciare il tempo agli specialisti di rispondere ai relativi consulti in attesa, attendendo 24-48 ore prima di intervenire in un consulto "fuori dalla propria specialità/competenza"
    • evitare ripetute repliche contenenti frasi tipo "concordo", "ha ragione il collega", ecc., senza argomentazioni complementari di supporto, in quanto risultano "fastidiose" per l'utente e per i colleghi già intervenuti
    • in caso di contraddittorio (non scientifico) con un collega utilizzare l'apposita funzione di riservatezza che rende il consulto visibile solo ai professionisti iscritti
    • è vietato rendere pubblico qualsiasi contenuto inserito negli spazi riservati ai professionisti
    • evitare di screditare i colleghi, iscritti o meno al sito, di qualsiasi specialità, astenendosi da affermazioni negative o discriminanti
    • utilizzare le apposite funzioni (pollice alto/verso) per segnalare consulti che non rispettano queste linee guida
    • nei consulti evitare i nomi commerciali, l'autopromozione con link al proprio sito e gli inviti alla visita privata presso il proprio studio: l'utenza può cliccare sulla scheda personale per reperire i recapiti di ogni medico iscritto
    • evitare di inserire link verso contenuti esterni al sito Medicitalia.it a meno che non sia ritenuto indispensabile fornire ulteriori approfondimenti all'utenza con contenuti sviluppati su altri siti istituzionali
    • evitare toni informali e confidenziali in stile chat: il consulto, anche gratuito, può essere equiparato ad una prestazione professionale ed inoltre rimane su internet per sempre
    • contenere la propria firma in calce al testo del consulto entro le tre righe, poiché è già presente il link alla propria scheda personale che può essere più esaustiva
    • non fornire numeri di cellulari di colleghi: nel rispetto della privacy e della trasparenza indicare solo recapiti pubblici e verificabili
    • considerare i consulti anche come momento di confronto con i colleghi e di aggiornamento grazie a casi singolari ed insoliti
    • utilizzare il forum riservato ai professionisti (spazioPro) per eventuali chiarimenti, contradditori e commenti con i colleghi, onde evitare di esporre l'utente a contenuti indecifrabili e fuorvianti
    • per le risposte di ambito psicologico attenersi alle speciali linee guida dell'area Psicologia
  3. Materiale autografo, notizie professionali e schede personali
    • Se si è autori di articoli di approfondimento su temi/patologie/trattamenti utilizzare anche lo spazio MinForma per condividerli con un maggior numero di utenti che potrebbero così non necessitare di un consulto personale
    • mantenere costantemente aggiornata la propria scheda professionale
    • indicare nel proprio profilo i dati relativi alle sole specialità conseguite secondo i termini di legge
    • non fregiarsi con titoli (es.: Prof.) che non siano reali o consentiti dalla legge
    • nell'ambito dei perfezionamenti limitarsi a quelli più significativi/qualificanti, onde evitare un elenco eccessivo di titoli

Torna su

Parte III: funzionalità tecniche dei consulti online

Richiedere un nuovo consulto (link)

Prima dell'invio di nuova una richiesta il sistema prevede una serie di passaggi per identificare la domanda oggetto della richiesta e l'area specialistica più attinente, verificando che non ci siano consulti simili che hanno già ricevuto risposta.

Se le richieste simili già evase non soddisfano la nuova, si potrà procedere agli step successivi confermando la specialità pertinente per poi procedere all'inserimento del testo che dettaglia l'oggetto della richiesta di consulto.

Prima di inviare il testo, oltre a completare tutti i campi richiesti, si consiglia di leggere attentamente l'avvertenza di rischio e le regole a cui attenersi poiché il non rispetto di tali norme rende non accettabile la richiesta di consulto che sarà quindi respinta.

La ricezione delle nuove richieste viene sospesa al raggiungimento del numero massimo di consulti in coda di accettazione per la relativa specialità.

Consulti in accettazione (link)

Sono le richieste di consulto appena inviate dagli utenti; devono essere accettate dallo staff@medicitalia.it che verifica se soddisfano i requisiti minimi per poter ricevere una risposta dagli specialisti iscritti e li inserisce nella sezione "Consulti in attesa di risposta".

Gli utenti, tranne l'autore della richiesta, non possono ancora leggere tali consulti ma solo vederne il titolo.

Gli specialisti possono visualizzare le richieste in questo stato e, se lo ritengono opportuno, fornire una risposta a tali consulti che andranno così a far parte dell'elenco dei consulti che hanno ottenuto risposta.

Quando i consulti in accettazione superano il limite previsto per la specialità selezionata, il sistema chiude momentaneamente lo "sportello" che accoglie nuove richieste per quella specialità fino allo svuotamento della coda.

Sarà comunque sempre possibile utilizzare la ricerca nei consulti che hanno già avuto risposte.

È possibile filtrare per specialità di pertinenza le richieste in questo elenco.

Consulti in attesa di risposta (link)

Questa pagina presenta l'elenco dei consulti in attesa della prima risposta da parte degli specialisti.

Le richieste rimangono visibili in questo elenco, filtrabile e ordinabile per vari criteri, per 10 giorni. Dopo tale termine, in caso la richiesta non riceva risposta, la stessa sarà spostata nell'area riservata dell'autore tra quelle scadute: in questo caso si consiglia all'utente di inoltrare una nuova richiesta di consulto cercando di migliorare il testo della domanda e la descrizione del problema, i sintomi, gli esami eseguiti, ecc.

È possibile filtrare per specialità di pertinenza le richieste in questo elenco.

Consulti con risposta (link)

In questo elenco sono presenti tutti i consulti che hanno ricevuto almeno una risposta.

È possibile filtrare per specialità di pertinenza le richieste in questo elenco.

Risposte di oggi (link)

Pagina che riepiloga l'elenco dei consulti che hanno avuto una risposta nella giornata odierna.

Consulto

È la pagina che visualizza il testo della richiesta: sotto il titolo della richiesta è presente il testo con la data di invio e l'utente autore della richiesta.

Tutti possono visualizzare i consulti, gli specialisti possono inviare le risposte mentre la replica è concessa al solo autore della richiesta.

Ai professionisti si raccomanda, nel rispondere, di tenere conto della data di invio della richiesta onde evitare consulti troppo tardivi rispetto al problema segnalato nel consulto.

Torna su

Linee guida pubblicate il 14/01/2008 - ultimo aggiornamento 07/08/2019