Il ruolo della vitamina D come immunomodulatore è stato gia' sottolineato in questi ultimi anni.

Bassi livelli sono stati osservati in diverse patologie autoimmuni, tra cui la sclerosi multipla e il lupus eritematoso sistemico.

In uno studio pubblicato sul numero di Gennaio 2011 di Cell Mol Immunol., sono stati riscontrati livelli significativamente bassi di Vitamina D  in pazienti con malattie autoimmuni tiroidee, rispetto ai controlli sani. 

Gli autori suggeriscono un coinvolgimento della Vitamina D nella patogenesi delle patologie autoimmuni tiroidee indicando l'opportunità di un'integrazione.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21278761