La circolare INPS N° 150 del 28 novembre scorso riporta importanti novità sulle modalità operative di effettuazione delle visite fiscali domiciliari.

Infatti i sanitari convenzionati, che effettueranno per conto dell’INPS le visite di controllo domiciliari, verranno dotati a cura dell’Istituto Previdenziale di un notebook dedicato per l’attività medico-fiscale, con collegamento telematico ed apposito software che potrà ricevere dal sistema “Data Mining”,  che attualmente gestisce le certificazioni di malattia, la notifica delle visite domiciliari assegnate a ciascun medico fiscale.

Tale procedura consentirà la comunicazione in tempo reale del referto con l’esito della visita medica fiscale all’archivio centralizzato INPS, e quindi l’immediata accessibilità per il datore di lavoro dei dati non riservati (pertanto con esclusione della diagnosi); al lavoratore verrà comunque rilasciata copia cartacea del referto, ottenuta mediante una stampante portatile, che farà parte del kit di dotazioni informatiche assegnato ai medici fiscali.

Le nuove procedure rientrano nell’ambito del processo di progressiva informatizzazione e utilizzo di procedure telematiche che l’INPS intende implementare per un miglioramento complessivo di tutti i servizi dell’Istituto Previdenziale.

Il nuovo sistema verrà attivato dopo una fase di sperimentazione di 15 giorni da parte di un campione di 100 medici fiscali in ambito nazionale, cui farà seguito l’estensione a tutte le visite di controllo domiciliari.

Riferimenti:

http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?iPDFIDNews=846

http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDOC.aspx?sVirtualURL=/circolari/circolare%20numero%20150%20del%2028-11-2011.htm&iIDDalPortale=&sAltriParametri=iIDNews=846