Attenzione a non sopravalutare le nuove tecniche minivasive e percutanee per la correzione dell’ alluce valgo . Nella mia esperienza infatti come molti altri Autori ho potuto costatare che queste tecniche sebbene in alcuni casi riescano a risolvere il problema in altri non sempre danno i risultati sperati . Voglio inoltre precisare che molte persone, sentendo parlare di tecniche mini-invasive, pensano che si possa intervenire sull'alluce valgo con il laser L'operazione mini-invasiva dell'alluce valgo non si effettua con il laser ma prevede ,attraverso una piccola incisione, l'utilizzo di una minifresa grazie alla quale si rimodella la zona deformata. E’ bene pero sapere che è un po' come operare al buio senza vedere ciò che realmente si compie con la fresa. I danni e le complicazioni possono essere numerose anche se l'operazione viene eseguita da mani esperte. Oltre l'accorciamento dell'alluce, una conseguenza frequente di questo tipo di intervento, ci sono numerosi casi di recidiva, di ipocorrezione dell'alluce valgo e di danni articolari. In questi e altri casi bisogna quindi ricorrere ad un nuovo intervento per rimediare a questi danni.

Per tale motivo ritengo queste metodiche valide solo in un numero molto limitato di casi . D’altra parte con le metodiche piu tradizionali l’incisione è solo di pochi cm ed è localizzata sul versante laterale del primo dito e pertanto non crea importanti problemi estetici Viceversa la possibilita di guardare direttamente quello che si fa durante l’atto chirurgico consente di ottenere una correzione piu completa e di prevenire molte complicazioni e recidive .

I miei maestri dicevano sempre “l’ortopedico deve fare una chirurgia funzionale e non estetica !”

Quindi attenzione alle mode facili e affidatevi a chirurghi del piede realmente esperti !