TERAPIA DELLA LUCE: UN VALIDO AIUTO PER IL BENESSERE

Depressione stagionale (SAD), disturbi dell’umore, disturbi del sonno, sindrome premestruale, bulimia, sfasamenti del ritmo circadiano (jet lag, turni di lavoro notturni): la cura ora arriva con la luce.


Al giorno d'oggi, sempre più persone sono negativamente influenzate dalla ridotta o totale assenza della luce solare, basti pensare a quando ci si sveglia e ci si trova di fronte una giornata con pioggia, nebbia o nuvole grigie, elementi che condizionano la nostra psiche e il nostro fisico per una giornata o addirittura per un intero periodo. Non a caso in autunno-inverno il nostro organismo è più facilmente attaccato da mancanza di energia, sonnolenza, basso desiderio sessuale, difficoltà di risveglio mattutino, aumento dell’appetito con predilezione per dolciumi o pasta, riduzione della produttività e ritiro sociale; in una parola SAD, dalla definizione medica statunitense, ovvero Seasonal Affective Disorder, “disturbo dell’umore ad andamento stagionale”.

Questo accade perché in presenza di luce ridotta nel corpo umano viene prodotta una maggiore quantità di melatonina, l’ormone responsabile del bisogno di sonno. Un elevato livello di melatonina può arrecare disturbi alla salute e portare anche a situazioni patologiche come una forte depressione in quanto la produzione di melatonina è legata alla secrezione della serotonina che è uno dei neurotrasmettitori responsabili del tono dell’umore.

Studi scientifici hanno dimostrato che il tono dell´umore sembra diminuire quanto più ci si allontana dall´equatore per cui possiamo trovare un maggior numero di persone più tristi nelle regioni nordiche che nelle regioni meridionali e parimenti un maggior buonumore d´estate che d´inverno. Inoltre vari esperimenti hanno evidenziato variazioni dell´umore e dell´efficienza personale in persone che vivono per gran parte della giornata in ambienti illuminati artificialmente in quanto le lampade convenzionali riproducono solo una parte delle lunghezze d´onda della luce naturale costituendo uno stimolo stressante per l´organismo.

La Terapia della Luce è una terapia non invasiva, non farmacologica dai costi contenuti, riconosciuta dall'American Psychiatric Association e dal National Institute of Mental Health, che si basa sull’irradiazione di luce bianca di una specifica intensità in determinati orari del giorno, attraverso l’utilizzo di speciali lampade, dotate di filtri per i raggi ultravioletti, da utilizzare in cicli di sei sedute di breve durata. Grazie a centinaia di studi scientifici che ne attestano l’utilità è sempre più impiegata per la cura di diversi disturbi: depressione stagionale, disturbi dell’umore, depressione post partum, bulimia, sindrome premestruale, disturbi del sonno, nonché in condizioni di stress , calo di benessere fisico generale, lavori su turni, lavoro notturno, jet lag, e in tutte quelle situazioni in cui il soggetto è esposto ad un ridotto quantitativo di luce durante l’arco della giornata quali il lavoro in ufficio o in ambienti particolarmente bui.