E se fosse proprio il rituale esorcistico a creare le condizioni in grado di favorire l’ingresso del Demonio? Secondo alcune fonti (Panorama) ci sarebbero 500.000 presunti indemoniati l’anno solo in Italia. Sono dati davvero allarmanti a tal punto che la chiesa avrebbe bisogna di più esperti nel settore per lavorare in modo sinergico con gli esorcisti allo scopo di contenere il fenomeno. Ma ci si è mai chiesti se proprio l’idea del Demonio, la paura nei suoi confronti e la corsa ai ripari non sia, in realtà, l’elemento che ne favorisca la sua espressione? Ma in che consiste questa espressione? Non certo nella sua reale presenza sovrannaturale, bensì nell’idea ossessiva della sua presenza. In altra sede abbiamo osservato come una semplice idea possa impiantarsi nella mente di un individuo al punto tale da trasformarsi in un vero persecutore interiore in grado di sconvolgere la sua vita.

http://www.medicitalia.it/a.devincentiis/news/895/La-trappola-delle-ossessioni

Proprio come un’idea ossessiva, l’ipotesi di un’invasione maligna penetra nel sistema cognitivo di un soggetto e ne diventa il vero persecutore.  Immaginate un individuo colpito da tale idea al cospetto di chi, mediante un rituale, ne conferma la sua veridicità. Cosa immaginate possa accadere? Semplicemente se ne convince al punto tale da subirne le conseguenze. Cosa è accaduto allora? Una “semplice” idea, un’ipotesi, dettata dalla paura, da una credenza culturale, da un contesto famigliare che la condivide, si trasforma nel vero persecutore. Basti dare a questo persecutore un nome “Satana” ed ecco che gli elementi della possessione demoniaca si sono costruiti. Ma chi è stato a farlo? Non certo il Diavolo, bensì l’interazione di una serie di circostante che hanno dato consistenza ad una realtà. Si, una realtà che assume caratteristiche tangibili esclusivamente nella mente del soggetto e di chi gli sta intorno pronto a confermargliela. Ecco la natura di una possessione demoniaca: una costruzione virtuale che assume caratteristiche reali da farla sembrare “maledettamente” vera!

E come spiegare i fenomeni legati agli esorcismi raccontati dagli esorcisti? Lingue sconosciute, forza fisica superiore, avversione al sacro e fenomeni paranormali? Con questo libro è proprio su tali argomenti che si fa luce, attraverso il dispiegamento di una storia, la storia di Rosa. Una presunta indemoniata costretta a subire un vero calvario tra i vari esorcismi che subirà allo scopo di eliminare il presunto Demone che alberga in lei e che la renderà protagonista proprio di quei poteri tipici degli indemoniati tanto descritti dai miti e, oggi, dai media.

Può la suggestione aumentare la forza fisica? Può una credenza far parlare lingue sconosciute e/o determinare reazioni  negative in presenza di oggetti sacri? Può la paura far vedere cose sovrannaturali inesistenti?

Il libro risponde a tutte queste domande e, alla fine, potrebbe lasciare qualcosa di veramente positivo che, in qualità di autore, mi auguro davvero. Ossia eliminare, o  per lo meno, ridurre notevolmente gli effetti pericolosi della paura nei confronti del Diavolo.  In attesa di Vostre riflessioni vi lascio alla visione del

Trailer del libro

http://www.youtube.com/watch?v=ICNvftttqLc

info:

http://www.libellulaedizioni.com/category/popoli-e-culture/