Nell'uso comune, il termine "benessere" viene solitamente riferito ad aspetti che possono essere molto differenti tra loro, come ad esempio il prendersi cura del proprio corpo o il vivere in condizioni di tranquillità economica; in questo contesto è invece riferito alla salute individuale nel suo insieme, che per essere definita tale deve necessariamente comprendere sia il versante fisico sia quello psicologico.

Infatti, non è realistico pensare di occuparsi della salute del corpo trascurando la salute della mente, come spesso avviene, dato che il corpo e la mente formano una sola entità e si influenzano reciprocamente.

Questo si sapeva molto bene già nell'antichità, come testimonia il detto: "mens sana in corpore sano", che evidenzia sia il legame esistente tra la mente e il corpo, sia l’importanza di occuparsi di entrambi per raggiungere e mantenere un buono stato di salute psicofisica.

Inoltre, nonostante in tempi moderni le professioni si siano specializzate in modo molto specifico, in particolare nel settore sanitario, recentemente si è tornati a una rivalutazione dell’insieme "mente-corpo" che favorisce la collaborazione tra differenti specialisti, come ad esempio tra psicologo e medico, con risultati generalmente soddisfacenti.


L'importanza dell'insieme "mente-corpo" viene indicata da numerosi fattori, ad esempio dal fatto che è proprio la nostra mente che ci fa capire:

come ci sentiamo in un determinato momento,

quali emozioni proviamo,

con chi e cosa desideriamo o non desideriamo comunicare,

cosa riteniamo sia bene o sia male,

cosa desideriamo o non desideriamo (ma magari dobbiamo) fare,

cosa e chi consideriamo più o meno importante,

e così via.


Soprattutto, è la nostra mente che:

ci permette di addormentarci e di risvegliarci,

ci permette di alimentarci e di procreare,

ci mette in allerta se ci troviamo in situazioni di potenziale pericolo,

ci fa ricordare o dimenticare le esperienze vissute,

ci fa capire meglio eventuali errori che potremmo aver commesso,

ci fa imparare cose nuove,

ci permette di prendere decisioni,

ci rende consapevoli e sereni riguardo a noi stessi, alle nostre possibilità e ai nostri limiti, e alla realtà che ci circonda.


Da tutto ciò si deduce che la mente governa il corpo ed è un elemento fondamentale non solo per la nostra salute nel suo insieme, ma soprattutto per la nostra sopravvivenza.

Senza dubbio, quando la nostra mente guida correttamente le suddette funzioni e molte altre ancora, possiamo dire di aver raggiunto il nostro benessere psicofisico, ovvero il senso di armonia tra noi stessi e l'ambiente fisico e sociale in cui viviamo.

Si tratta di un livello di benessere che per sua natura è variabile, perché soggetto ai continui mutamenti dei numerosi fattori individuali e degli eventi ambientali che si susseguono, quindi raggiungerlo non è sufficiente: è necessario anche adoperarsi per mantenerlo tale.

Perciò, la mente non merita di essere trascurata ma anzi richiede la nostra costante attenzione ed eventualmente l'adozione dei mezzi più opportuni per salvaguardare il suo buon funzionamento.