Esiste una branca della psichiatria che si è estesa successivamente anche alla psicoterapia, denominata Etnopsichiatria che nasce dall'applicazione delle teorie di Georges Devereux, da parte di Tobie Nathan che ha fondato nel 1979 il primo consultorio etnopsichiatrico francese presso l'Ospedale Avicenna di Bobigny.

Questa disciplina si occupa dei sintomi e delle cure volgendo il proprio interesse, in termini spazio-temporali, a tutte le culture esistenti, conscia che alla base di ogni fenomeno sta un "anima mundi" o anima del mondo.

Le ricerche hanno offerto ed offrono interessanti spunti di riflessione soprattutto se viste anche alla luce di principi che sono riconducibili all'economicismo ed alla devastazione ambientale che reprimono la bellezza e incentrano la vita moderna occidentale più sull'Io che sul corpo: dinamiche di potere, competitività, etc, sono tutte cose che entrano talmente a far parte della quotidianità da non essere neppure piú riconosciute in virtú dell'efficienza e del pragmatismo che allontanano da quell'armonia cosmica che accende intorno a noi l'amore in tutte le sue manifestazioni e lo fa percepire in ogni piccola e minima azione della quotidianità.

Dagli esordi ad oggi, l'etnopsichiatria o psichiatria transculturale ha progredito in maniera esponenziale, complice anche la coesistenza di culture diverse, che negli ultimi anni si é intensificata nella nostra Nazione.

All'Ospedale Niguarda di Milano esiste una équipe di ricercatori che si occupa specificatamente di questo aspetto, con un Centro Specializzato nato nel 2000 che porta il nome di Centro di Consultazione Etnopsichiatrica, territorio di confine fra discipline diverse cha vanno dalla psicologia all'antropologia fino alla sociologia, alla geografia, alla teologia, fino alla medicina (cfr. Giornale di Niguarda)

"Che la cultura sia cosí influente sulla psicologia- racconta Leo Nahon, direttore Psichiatria 3- non é una scoperta recente. Anche a livello nazionale, per esempio, alcuni disturbi psichiatrici hanno presentazioni sintomatiche diverse fra pazienti del nord e del sud Italia" (cfr. Giornale Niguarda).

Ogni Regione é anche caratterizzata da un'incidenza diversa dei tipi di disturbo, come si evince da statistiche scientifiche effettuate da vari istituti di ricerca, fra cui l'ISTAT.

La Psichiatria Transculturale o Etnopsichiatria assume aspetti affascinanti proprio perché evoca ed offre la possibilità di allargare i confini della creatività nell'ambito sia della diagnosi che della cura e della riabilitazione, laddove queste producono effetti neurobiologici ascrivibili e sovrapponibili ai nostri protocolli.

Alcune situazioni e alcune attività terapeutiche di altri popoli hanno fornito spunti per le terapie psicopatologiche e anche per quelle relazionali (cfr.Manuale di Psichiatria Transculturale F. Angeli).

Altri studiosi delle scienze psichiatriche e psicologiche, a partire da Carl Gustav Jung, hanno rivolto la loro attenzione ad altre culture cercando l'unione di anima e corpo per ipotizzare protocolli di cura più efficaci, che aiutano a ricondurre il corpo ai livelli neurobiologici ottimali, che sono alla base del benessere psico-fisico.

L'attenzione all'Oriente ha permesso di individuare nella meditazione, nelle campane tibetane, tecniche da affiancare a quelle della cultura occidentale Che ne hanno potenziato l'efficacia in una sinergia armonica. L'ACT Acceptance and Committment Therapy, la Mindfulness, la Psicoterapia Transpersonale fondata da Laura Boggio Gilot, sono solo alcuni esempi di queste felici unioni.

Anche il Tantrismo Indú, termine che designa un insieme di dottrine rituali, mitologiche, etiche e che ha influenzato tutti i grandi sistemi religiosi é una delle metodologia alla quale molti professionisti fanno riferimento.

La parola in italiano significa TECNICA e la base di questa disciplina sta nel considerare le passioni né buone, né cattive, quindi non vengono represse perché ciò significherebbe soltanto spingerle ad un livello più profondo, ma vengono utilizzate come strumento di liberazione attraverso un processo di sublimazione di cui S. Freud ci ha ampiamente descritto nei suoi testi.

Alexander Lowen, medico, psichiatra, direttore dell'Institute of Bioenergetic Analysis, é considerato un ponte fra le discipline e la filosofia orientale e le metodologie occidentali.

A lui si devono interessantissimi studi sul piacere e l'approccio creativo alla vita a partire dal respiro, fondamento che sta alla base anche del Tantrismo.

Pujan Carla Cerrini, psicoterapeuta della Repubblica Dominicana, che conduce seminari di Tantra e Meditazione a livello internazionale, in una intervista tradotta nella Rivista "Rosso Fiorentino" del 2005, afferma che il Tantrismo attuale é una sintesi delle tecniche psicoterapeutiche occidentali, soprattutto quelle relazionali e di coppia e le tecniche di meditazione i cui benefici sono stati riconosciuti ampiamente dalle neuroscienze.

Anche in Italia molti professionisti di fama internazionale fra cui Marco Rossi, noto medico, psichiatra e sessuologo, spesso ospite in trasmissioni Tv, ne valorizza i principi e nel suo sito dedica una intera sezione all''argomento Tantra.

Accanto a lui Pier Luigi Lattuada, Direttore della Scuola di Psicoterapia Biotransenergetica, promuove Corsi di Tantra a Milano.

Importante, come sostiene lo stesso Marco Rossi, sul suo sito, è che le persone siano correttamente informate ed abbinino la conoscenza a buone letture e che alla guida ci sia un valido professionista il quale, creativamente, sulla base di quanto auspica Lowen, non si chiude in metodi stereotipati, ma sperimenta con competenza e serietà nuove strade in quell'"anima mundi" che rende il mondo stesso "un villaggio globale che non conosce confini se non quelli posti dal pregiudizio"(cfr. M. McLuhan).

"Noi siamo la danza dell'esistenza e della non esistenza, se non lo capiamo il Tantra è impossibile. Ma non importa se lo capiamo o no, il Tantra attua continuamente se stesso. Il Tantra é ció che accade" (cfr.N. Chogyam, Ubaldini)

C'è un bellissimo quadro intitolato: La danza, di Henri Matisse che si trova al New York Museum of Modern Art, che sintetizza molto bene la danza e l'energia della vita.

Per approfondimenti

http://www.marcorossi.it/tematiche/tantra.htm