Al giorno d’oggi, l’innamoramento viaggia su smartphone!

E’ sempre più diffuso il SEXTING, cioè il sesso attraverso foto, video e sms sul telefonino, non solo tra gli adolescenti, ma anche tra adulti, il più delle volte, sposati. Alcuni passano diverse ore, durante il giorno, tra siti di incontri e chat erotiche, ma solo in un caso su tre, le relazioni virtuali sfociano in incontri reali.

Il tradimento online è molto frequente, e viene spesso vissuto da chi lo pratica come un’innocente trasgressione, anche perché non sempre si passa dal virtuale al reale, e scatena minori sensi di colpa. Molte volte si inizia quasi per gioco, e per uscire da un momento difficile, nel lavoro e nella vita di coppia. In alcuni casi, però, la tecnologia, che rende il contatto con l’amante, possibile 24 ore su 24, può causare una vera dipendenza. Se i messaggi o i video sul telefono si diradano, può scattare una vera e propria crisi d’astinenza, caratterizzata da ansia, malessere, nervosismo.

Può essere utile, provare ad avere un minimo di controllo, non rispondendo subito ai messaggi e valutare le proprie reazioni. L’obiettivo è capire se quello scambio di messaggi così intenso, non sia solo un modo per evitare di affrontare una crisi del rapporto di coppia. Forse può esserci la possibilità di recuperarlo, se necessario con l’aiuto di uno Psicologo, Esperto in Sessuologia Clinica.

Alcune coppie, utilizzano il sesso online, poiché per motivi di lavoro, sono spesso lontani. All’inizio fare sesso online può essere stuzzicante, è semplicemente una modalità diversa per coniugare il desiderio e dar voce alle proprie fantasie erotiche. Se però diventa l’alternativa a una vera intimità, può lasciare solo un senso di solitudine, perché il rapporto sessuale ha bisogno anche della componente fisica, fatta di contatto e di odori…

E’ importante parlare con il partner, se questa situazione crea disagio e cercare di vedersi più spesso. L’amore ha bisogno di vicinanza, di coccole e carezze, che creano attaccamento tra i partner, alimentando il desiderio reciproco.