Durante i picchi di fertilità le donne tendono a preferire uomini dall'aspetto mascolino: mento pronunciato, mascella robsuta, occhi più vicini e fronte ampia alla George Clooney. Il quoziente intellettivo non importa!

Questa la conclusione dei ricercatori dell'università del New Mexico e del Colorado pubblicato sulla rivista evolution and human behavior (evoluzione e comportamento umano). La ricerca ha riguardato 66 coppie di età compresa tra i 18 ed i 44 anni.

La ricerca sostiene la tesi di Biologia Evolutiva per cui i tratti che evidenziano maggiore benessere genetico sono quelli preferiti dalle donne.

Nell'articolo riportato su salute24.ilsole24ore.com (sto ancora cercando la fonte originale) non si fa menzione di eventuali correlati di natura sociale che possano spingere nella scelta del partner sessuale. Nessun riferimento ai modelli sociali e culturali di riferimento per esempio. Che invece tanta importanza hanno nel determinare l'insorgere di disturbi quali l'anoressia nervosa, presente nelle culture più occidentalizzate ed assente in altre.

Come se, dunque, aspetti di natura educativa, sociale e culturale non avessero alcuna influenza sulle nostre scelte, poichè alla fine è la gentica che la fa da padrona.

Siamo davvero così schiavi del nostro dna?